menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serrone, torna il Presepe a Grandezza Naturale nel borgo per riscoprire la storia del 900

Per il 24esimo anno consecutivo 150 manichini con gli abiti storici accompagneranno i visitatori per i vicoli del borgo nel nord della Ciociaria

Torna lungo le scalinate, le piazzette, i vicoli del caratteristico borgo del Serrone il Presepe Etnografico a Grandezza Naturale con i manichini che raccontano i mestieri di una volta, con i costumi del 900 che raccontano la storia moderna vista dal grande costumista-scenografo Santi Migneco (morto nel giugno scorso), ma la sua opera vive grazie ai volontari dell’Associazione Culturale Serrone, presieduta da Tonino Serafini e da Mario Prili che da 24 anni sono i veri artefici di questa bellissima iniziativa artiginale. Perché di arte si tratta ed il comune lo ha inserito nel progetto “bottega artigiana” finanziato dall’Anci.

Rispetto agli anni passati i manichini sono stati spostati e le postazioni sono state un po rinnovate. Sdi sicuro qui non c’è pericolo di prendersi il coronavirus, perché tutto si svolgerà all’aperto dal 8 Dicembre al 6 Gennaio 2021. Il Presepe è aperto giorno e notte ed è sempre visitabile. Ci sono le balie che allattavano i figli dei signori,  l’arrotino che non si vede più girare con il vecchio ombrello sulla testa, e la caldarrostaia che ti offre le castagne. Insomma, 150 manichini che raccontano la storia che sono tutti da ammirare.

Con il Presepe si coglie l’occasione per visitare il Serrone e per degustare, per il momento solo a pranzo, i presso i ristoranti del posto la “Ciammella Serronese” né dolce é salata con la salamella serronese e un buon bicchiere di Vino Cesanese DOCG per chiudere una  bella giornata diversa e  piena di cultura.

Il Sindaco Giancarlo Proietti assicura che: “il Presepe è sempre aperto e si rispetta la normativa anti Covid-19 poiché si deve passeggiare lungo il centro storico. Vorrei dare un suggerimento ai nostri visitatori che arrivano di pomeriggio, prima di visitare il Presepe sarebbe interessante che passassero nei nostri ristoranti per ordinare l’asporto, così quando tornano a casa possono tranquillamente cenare. Oppure venire a pranzo e poi visitare il nostro presepe. È questa l'occasione per ringraziare pubblicamente i volontari che lo hanno nuovamente installato sempre con spirito di abnegazione”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento