rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
La propoista

La figura di 'sitter mum' per 'accudire' le donne nelle ore successive al parto

La proposta di Rossella Chiusaroli, candidata al consiglio regionale del Lazio nelle file di Forza Italia, per evitare che tragedie come quella avvenuta al 'Pertini' possano ripertesi

"Come donna e come mamma sono rimasta profondamente colpita da quanto accaduto nell'ospedale 'Pertini' di Roma dove una donna, sfinita dal parto, si è addormentata mentre allattava il suo piccolo che è morto schiacciato dal peso stesso della madre. Una tragedia che poteva essere evitata se, in Italia ed in questo caso nel Lazio, si fosse pensato ad inserire la figura 'sitter-mum' come accade in diversi paesi del nord Europa". La proposta arriva da Rossella Chiusaroli, candidato al consiglio regionale del Lazio nelle fila di Forza italia.

"E' mia intenzione, una volta eletta, di proporre l'inserimento nell'organico sanitario di donne e uomini che si prendano cura non dei neonati (per questo esistono già appositi reparti) ma delle madri che hanno partorito e che sfinite dalla stanchezza e molto spesso in stato depressivo post parto, devono affrontare in solitudine i giorni che le separano dal ritorno a casa. Una figura quella del 'sitter mum' che va a sostituire il lavoro importate ed essenzione che svolgevano i familiari delle gestanti prima dell'avvento del Coronavirus. Oggi con le norme restrittive nei reparti d'ospedale non è possibile far accedere più esterni. Un atto di estrema accortezza che però penalizza alcuni reparti sensibili. E' opportuno rivedere il ruolo di alcune figure professionali e lì dove fosse necessario inserirne altre. Quella di 'sitter mum' può essere prolungata anche a domicilio nel caso in cui si dovessero presentare situazioni di estrema gravità (ragazze madri o senza alcun supporto parentale)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La figura di 'sitter mum' per 'accudire' le donne nelle ore successive al parto

FrosinoneToday è in caricamento