Sora, il Comitato commercianti al fianco del gruppo Ho.re.ca: "Insieme per ricostruire la città"

Il presidente Pio Conflitti fa appello al sindaco De Donatis: "Se cercherà aiuto dagli imprenditori, dai professionisti e dai cittadini tutti, troverà una città viva e volenterosa"

Le proposte lanciate dal gruppo Ho.re.ca di Sora per il rilancio del commercio puntando a dare anche una nuova veste alla città raccolgono consensi. Dal comitato commercianti Sora Sud arriva infatti il pieno appoggio alle idee già poste all'attenzione del sindaco Roberto De Donatis. È a lui che si rivolge anche il presidente del comitato commercianti Pio Conflitti: "Mi associo alle richieste del Gruppo HO.RE.CA., a cominciare da quella di creare una zona pedonale, insieme alle altre iniziative proposte che hanno lo scopo di creare sinergie tra cittadini e Amministrazione. Come comitato di commercianti pensiamo sia giunta l’ora che il centro della città torni ad essere un luogo dove trovare convivialità e incontro, cultura e passeggio.

Le chiedo, quindi di creare una zona pedonale nel centro di Sora, negli orari più idonei per permettere il passeggio, l’incontro e anche per poter dare alle attività presenti la possibilità di servire all’aperto la propria clientela nel rispetto della Legge. Certo, si impone anche un restyling dell’ambiente cittadino che lo colleghi a piste ciclabili ,che lo fornisca di colonnine per la ricarica elettrica dei mezzi di trasporto. Bisognerà predisporre luoghi dove poter passeggiare al coperto, organizzare un posto all’aperto dove ascoltare musica, teatro, cinema, in compagnia e in sicurezza. Progettare un futuro di bellezza per Sora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Riaprire non significherà ripartire, anzi i costi di gestione aumenteranno e non mi illudo che ci sarà la liquidità per sostenere le spese. Sora è bella, ma come tutte le cose belle, senza cura perde ogni proprietà. Bisognerà che Lei ascolti gli esperti, e poi i commercianti, i cittadini, saremo insieme per ricostruire la città. C’è bisogno dell’impegno di tutti, ma il momento è ora. Rinnovare le facciate dei palazzi, ricreare spazi cittadini per renderli fruibili alle esigenze dei giovani e dei meno giovani. Portare luce e colore nel centro storico, ridare al cuore di Sora la possibilità di portare ossigeno e vita al resto della città. Se cercherà aiuto dagli imprenditori, dai professionisti e dai cittadini tutti, troverà una città viva e volenterosa con il desiderio di dare a Sora un destino migliore e la rinascita sperata. Mi aspetto che la classe politica sorana, a cui è affidata la cura della città, reagisca prontamente al grido d’allarme che risuona e non nasconda la testa sotto la sabbia come lo struzzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento