Sora, degrado al cimitero: i defunti ed i loro parenti meritano rispetto (foto)

Infiltrazioni di acqua, ascensori fuori uso, tavole di legno utilizzate come rampe. La situazione è drammatica. I cittadini vogliono risposte

Il problema del cimitero di Sora non è, o almeno non è solo, il taglio dell'erba cresciuta copiosamente durante l'emergenza Coronavirus. La situazione in cui versa uno dei luoghi che più merita rispetto è drammatica, vergognosa. Non si tratta di voler dar vita a sterili polemiche che sconfinano in questioni politiche. Si tratta di raccogliere le segnalazioni dando voce a coloro che si recano al cimitero per trovare i propri cari, a volte genitori, a volte fratelli e sorelle, spesso purtroppo figli scomparsi prematuramente, assistendo a scene di degrado più totale.

Ascensori fuori uso

Si parte dalla difficoltà di accesso ai loculi; la soluzione per aggirare il problema delle barriere architettoniche è stata quella di utilizzare tavole di legno o lastre di pietra che fungono da rampe. Ascensori per salire ai piani superiori? Sì ci sono, ma provate a premere il pulsate per chiamarli. Sono fuori uso. Facile dedurre le enormi difficoltà incontrate da chiunque abbia problemi motori di poter pregare laddove riposa il proprio caro.

Infiltrazioni d'acqua e coperture danneggiate

Parliamo ora delle infiltrazioni di acqua, praticamente presenti ovunque e di così vecchia data che oltre a rovinare l'intonaco del soffitto hanno formato dei piccoli stagni melmosi e scivolosi, quindi pericolosi. Altro? Basta osservare le foto scattate per vedere i rifiuti speciali lasciati accanto alle tombe, residui di qualche lavoro edile. Come non menzionare poi le coperture danneggiate dal vento durante una delle ultime emergenze meteo e ovviamente non riparate?

Risposte ai cittadini

Lo sfalcio dell'erba è stato sicuramente un intervento necessario, ma tutto il resto? I defunti e le persone che in quel luogo cercano un momento di raccoglimento per sentirsi più vicini ai cari scomparsi non meritano forse maggiore attenzione? Dov'è la manutenzione? Perché non si interviene? Per mancanza di risorse? I cittadini pongono delle domande e vogliono risposte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento