Sora, moria di pesci nel fiume Liri. Il sindaco spiega cosa è successo

Nessun sversamento o presenza di sostanze inquinanti all'origine del fenomeno. "È allo studio, in collaborazione con la Conca di Sora, un protocollo da adottare ogni qual volta si presenti lo stato di allerta arancione"

Acque torbide e moria di pesci. È subito scattato l'allarme per quanto avvenuto nelle acque del fiume Liri. Il pensiero è andato immediatamente al possibile sversamento di sostanze tossiche, a quanto pare però le cause sono da ricercarsi nel deflusso forzato delle acque della diga di Valfrancesca. A spiegare alla cittadinanza quanto sarebbe avvenuto è stato il sindaco di Sora Roberto De Donatis, durante il consueto appuntamento Facebook, ieri andato in onda nella fascia preserale.

Le ragioni della moria di pesci

"La presenza di decine e decine di pesci morti trasportati dalla corrente nel fiume Liri non è legata a scarichi o presenze nel fiume di sostanze inquinanti. Questo fenomeno è legato all’allerta arancione per le condizioni meteo dei giorni scorsi. Quanto avvenuto è stato subito attenzionato dalla Protezione Civile, dalla Polizia Municipale e dalla Conca alla quale compete la diga di Valfrancesca che ha avuto un problema tecnico nella fase di sollevamento che ha causato parziali inondazioni dei terreni circostanti nella zonadi Valfrancesca - Compre. Il deflusso forzato delle acque che si è protratto fino alla mattinata di domenica 7 giugno. Queste condizioni hanno provocato la morte dei pesci. È allo studio, in collaborazione con la Conca di Sora, un protocollo da adottare ogni qual volta si presenti lo stato di allerta arancione per prevenire situazioni come quella che si è creata in queste ore.

L'ordinanza per le attività di somministrazione

Oltre ad affrontare il fenomeno che ha allarmato la cittadinanza, il sindaco si è soffermato su un altro episodio che ha indignato i sorani. Ieri mattina infatti a loro risveglio i cittadini hanno trovato la città riempita di bottiglie degli alcolici consumati la notte precedente. "Lunedì 8 verrà diramata l’ordinanza per concedere orari più ampi alle attività di somministrazione che rispettino, però, tutte le norme per la sicurezza. Quanto accaduto nella notte tra sabato e domenica, ci si riferisce all’abitudine di bere copiosamente alcolici fino alle prime ore del mattino stazionando nei parchi cittadini, non dipende certamente dalle attività di somministrazione. Sono fenomeni di vandalismo, che vanno ricondotti a quello che realmente sono. È necessario capire dove vengono venduti questi alcolici, a chi vengono venduti: magari vengono acquistati in un supermercato e poi consumati durante la notte. Spesso sono iniziative di coloro che “sono al di fuori di ogni regola” che hanno comportamenti selvaggi, a cui si associa spesso un’assenza del rispetto del decoro urbano sotto varie forme, comportamenti illegali che si stanno monitorando in collaborazione con le forze dell’ordine. Queste attività non sono riconducibili alla vendita di alcolici da parte dei gestori delle attività di somministrazione che stanno, invece, collaborando per mantenere il decoro e comportamenti idonei da parte dei loro stessi clienti. Sono iniziative giovanili che denotano disagio sociale e mancanza di senso di appartenenza, mancanza di principi cardini della convivenza civile, rispetto ai quali saremo molto severi, richiamando anche la responsabilità degli adulti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Frontale sulla Palianese, la morte del giovane Mattia lascia un vuoto incolmabile

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Alessandro Borghese e "4 Ristoranti" sbarcano a Frosinone

  • Ceccano, i nomi dei 16 eletti in Consiglio comunale e tutti i numeri delle Elezioni 2020

  • Coronavirus, nuovo caso in una scuola ciociara: attivata la didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento