menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'archietetto Renzo Piano e il dottor Valentino Cerrone

L'archietetto Renzo Piano e il dottor Valentino Cerrone

Sora, rigenerazione urbana e sociale: Valentino Cerrone ridisegna la città

Dalla scuola innovativa di Renzo Piano alla riqualificazione dell’area ex Tomassi e dei rioni Napoli e Pontrinio alla creazione della pista ciclabile. Ecco il modello Sora

Una città può rigenerarsi partendo dalle proprie debolezze ed in modo sostenibile? A rispondere alla domanda è il dottor Valentino Cerrone, membro dello staff del sindaco di Sora, Roberto De Donatis, che sulla città volsca ha elaborato una Teoria del Cambiamento. Una teoria divenuta oggetto di tesi e discussa via web come conclusione del percorso del Master Memis.

Attraverso le fragilità

Dalla scuola innovativa di Renzo Piano alla riqualificazione dell’area ex Tomassi e del rione Napoli, dalla rigenerazione del rione Pontrinio alla creazione della pista ciclabile concepita come una cerniera infrastrutturale della città, Sora offre lo spunto di riflessione per formulare, attraverso le sue ‘fragilità’ una strategia di comunità resiliente, sostenibile e partecipativa, mediante una pianificazione che non è top down, quindi non calata dall'alto, ma sinergica e che punta alla partecipazione attiva della cittadinanza.

Una città ridisegnata

“La città di Sora si connota per una serie di fragilità, rischio idrogeologico, sismico, e negli ultimi decenni da uno sfaldamento del tessuto economico e sociale.- spiega Cerrone - Con questo saggio finalizzato alla restituzione e al commento critico multidisciplinare a conclusione del Master Memis, utilizzando (TOC), mediante lo strumento strategico e a carattere circolare mutuato dalla cooperazione internazionale e partendo dal documento programmatico “Siamo pronti”, ho disegnato per la città di Sora, un modello di Comunità, resiliente, sostenibile e partecipativa”.

Gli interventi

Una teoria che si basa sulla pratica e che si esplica attraverso interventi specifici messi a sistema in questi anni e che riguardano non solo una pianificazione infrastrutturale ma anche sociale. Tra gli esempi citati nella tesi anche il progetto P.R.I.M.A.I. che promuove risorse per l’inclusione mediante approcci innovativi, come il contrasto alla povertà educativa; il protocollo con Action Aid, l'aggiornamento del piano comunale di Protezione civile in maniera partecipata, ma anche la formazione dei comitati di quartiere, la riattivazione delle consulte del commercio e del sociale per consentire una maggiore partecipazione dal basso.

Il modello di Teoria del cambiamento della città di Sora può far diventare Sora come un modello di Cambiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Alatri on air festival

  • Eventi

    Ferentino, weekend di Pasqua insieme

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento