Attualità

Grande successo per l'iniziativa sulla legalità del comune di Coreno

La testimonianza di Massimiliano Noviello, figlio di Domenico Noviello, l'imprenditore di Castel Volturno assassinato nel maggio del 2008, ha profondamente emozionato i relatori e tutti coloro che hanno seguito l’evento

Un confronto pieno di emozione, che ha voluto raccogliere il segnale di speranza e di consapevolezza lanciato dai relatori alle nuove generazioni.

La testimonianza di Massimiliano Noviello, figlio di Domenico Noviello, l'imprenditore di Castel Volturno assassinato nel maggio del 2008, ha profondamente emozionato i relatori e tutti coloro che hanno seguito l’evento, organizzato in streaming dal Comune di Coreno Ausonio. L'iniziativa si è svolta domenica 23 maggio, nel giorno dell'anniversario della strage di Capaci dove a perdere la vita, lungo l'autostrada siciliana, furono il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i componenti della scorta e scelta come data simbolica, dall’amministrazione comunale, per celebrare la giornata cittadina della legalità.

Simone Costanzo, Sindaco di Coreno Ausonio, da sempre vicino alle tematiche inerenti la diffusione della legalità, soprattutto tra le nuove leve, ha fortemente voluto che l'incontro fosse moderato dalla giornalista Angela Nicoletti che nel corso degli anni si è contraddistinta per aver realizzato reportage che hanno consentito l'avvio di importanti indagini. A prendere la parola Basilio Pierini e Rosalba Belmonte, consiglieri comunali che hanno arricchito il dibattito. Poi ha preso la parola il baby sindaco Arcangelo Di Siena che rivolgendosi ai tanti compagni collegati via streaming ha ricordato che il rispetto delle regole fin da ragazzi consente ad un uomo adulto di condurre una vita di rettitudine. Anche la dirigente dell'istituto comprensivo di Esperia, la professoressa Parisina Giuliano, ha voluto dare il proprio contributo parlando dei tanti progetti che l'istituto sta portando avanti su tale tema, coinvolgendo gli studenti.

Noviello ha ricordato, inoltre, come, attraverso la denuncia e la collaborazione con le forze dell'ordine si può uscire dalla spirale dell'usura che in questo momento storico ha nuovamente ripreso piede. La criminalità organizzata approfitta dell' indigenza di tante persone per ottenere consensi anche solo attraverso la distribuzione di generi alimentari. Un modo questo per entrare in casa degli italiani, in punta dei piedi, ma senza che poi ci sia possibilità di tirarsi indietro. I consigli dati, l'appello che lo stesso Noviello ha rivolto ai ragazzi, è servito ad aprire un dibattito che si è focalizzato soprattutto sugli episodi di criminalità organizzata avvenuti nel basso Lazio e nel Sud Pontino negli ultimi anni e sulla necessità di scegliere sempre la strada della giustizia e della legalità come uno stile di vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grande successo per l'iniziativa sulla legalità del comune di Coreno

FrosinoneToday è in caricamento