Torrice, annullate le elezioni comunali. Assalti non è più sindaco

L’ex primo cittadino si augura che si vada subito al voto, mentre per Santangeli sono state provate “le porcate elettorali”

La sede del municipio di Torrice

Tutto da rifare. Il Consiglio di Stato qualche ora fa ha deciso l’annullamento delle elezioni comunali di Torrice, in provincia di Frosinone, del 2018. Troppe le irregolarità ora si deve tornare al voto.

Da questa mattina è trapelata la notizia, come detto, che i giudici hanno annullato sia il verbale di proclamazione che le elezioni che si svolsero il 10 giugno del 2018 e che portarono alla vittoria di Mauro Assalti con solo quattro voti di distanza e proprio questo scarto cosi ridotto ha portato l’attuale minoranza a fare ricorso. In particolare l’attenzione è stata posta sui 18 voti espressi da cittadini disabili e dai permessi richiesti da questi per andare a votare con degli accompagnatori.

Le dichiarazioni dell’ex primo cittadino

“Il Consiglio di Stato non proclama Santangeli sindaco, il risultato non è stato ribaltato. Il tribunale ha annullato le elezioni 2018 e non i voti di Mauro Assalti. I giudici hanno deciso di annullare le consultazioni con motivazioni non imputabili alla politica. Auspichiamo che la parola venga data subito ai cittadini affinché possano nuovamente esprimersi su chi debba amministrare Torrice. Il lavoro portato avanti dall'Amministrazione in questi due anni non viene messo in discussione da questa sentenza che accettiamo ma non condividiamo. L'operato dell'Amministrazione nonostante i continui ricorsi e le querele ci fa ben sperare che chi ha perso continuerà a perdere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parole di Alfonso Santangeli

“La verità, alla fine, ha trionfato – ha dichiarato il già candidato a sindaco, Alfonso Santangeli – grazie alla attività svolta dall’Autorità Giudiziaria. Il Consiglio di Stato, infatti, è arrivato a definire opaco il quadro delle modalità nelle quali si è svolta la competizione elettorale del 2018, determinando l’annullamento di quel risultato per i brogli che sono stati compiuti. Parallelamente, sta arrivando a conclusione l’indagine sugli stessi brogli da parte dell’Autorità Giudiziaria di Frosinone, che ha fatto emergere come sia stata falsata la effettiva volontà elettorale, calpestando il voto libero dei cittadini. Torrice, finalmente, è stata restituita alla normalità dell’ordinamento giuridico ed ora chi ha preso in giro i nostri cittadini dovrebbe, almeno, avere il buon senso di chiedere scusa per il danno subito anche all'immagine del territorio comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 19 e domenica 20 settembre

  • Per 'arrotondare' affittava ville a giovani prostitute: arrestata insegnante del capoluogo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento