rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Polveri sottili

Un anno più inquinato per Frosinone

Rispetto al 2021 si sono registrati più giorni di sforamento delle polveri sottili

Il 2022 della città di Frosinone si sta per chiudere con una nota negativa. Secondo i dati di Arpa Lazio, infatti, è stato un anno più inquinato rispetto al 2021. La centralina di via Puccini, complice anche il tempo soleggiato degli ultimi giorni, supera infatti stabilmente i limiti giornalieri di concentrazione delle polveri sottili da più di una settimana.

“Grazie” a questi ultimi giorni si sono superati gli sforamenti dell’anno scorso, quando furono in totale 55. Adesso i giorni di sforamento sono ben 57. Anche in viale Mazzini c’è stato un peggioramento rispetto all’anno scorso. Sono 19 gli sforamenti per la centralina posizionata nella strada che collega la parte bassa a quella alta di Frosinone. L’anno scorso furono 16.

Ma in provincia la maglia nera se la prende Ceccano, con addirittura 91 sforamenti annui fino al 27 dicembre, con una media giornaliera di 112 µg/m3 e annua di 39 µg/m3. Frosinone Scalo, come scritto, ha avuto fino al 27 dicembre 57 giorni di sforamento con una media annua di 29 µg/m3. Non se la passa molto meglio Cassino che ha avuto 52 giorni di sforamento, con una media annua di 33 µg/m3.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno più inquinato per Frosinone

FrosinoneToday è in caricamento