Mercoledì, 16 Giugno 2021
Attualità

Vaccino anti Covid, Narciso Mostarda: “Ci sono sanitari che resistono all’idea per ragioni strumentali”

Non pensa, però, che servirà l'obbligatorietà il manager dell’Asl Roma 6, già dirigente della psichiatria ciociara e assessore Pd di Frosinone, salito alla ribalta nazionale per la poi sfumata nomina come commissario alla Sanità in Calabria

Narciso Mostarda, dg dell'Asl Roma 6, con il governatore Nicola Zingaretti e l'assessore Alessio D'Amato

A intervenire in merito al vaccino anti Covid è il direttore generale della Asl Roma 6 Narciso Mostarda, già dirigente del reparto di psichiatria della Asl ciociara, ex assessore comunale di Frosinone nella Giunta Marini e reduce dalla corsa a vuoto alla nomina come commissario alla Sanità in Calabria.  

Il manager ciociaro dell’Azienda sanitaria di Castelli Romani, Pomezia, Ardea, Anzio e Nettuno, nel corso di un’intervista rilasciata all’agenzia Dire, ha dichiarato che “ci sono persone che resistono all’idea del vaccino per ragioni culturali, intellettuali o, peggio, strumentali, ma voglio sperare che tutti gli operatori sanitari possano dare una dimostrazione fortissima di grande sensibilità e responsabilità. Non penso che si dovrà arrivare all’obbligo”.  

Lo stesso Mostarda, al contempo, ritiene che “molto bene ha fatto il nostro Paese ad elaborare e a promuovere l’obbligo vaccinale per la fascia pediatrica - ha sottolineato – Ci ha consentito di recuperare percentuali di protezione importanti per garantire la salute di tutta la popolazione”. 

In quanto agli operatori sanitari, i primi a essere vaccinati assieme alle persone più fragili, “sono in prima linea da quasi un anno e hanno pagato un prezzo altissimo in questa pandemia - ha detto, infine, il manager ciociaro della Asl Roma 6 - Io, quindi, non penso che servirà l’obbligatorietà perché siamo assolutamente tutti certi che è necessario proteggerci per proteggere tutta la popolazione”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino anti Covid, Narciso Mostarda: “Ci sono sanitari che resistono all’idea per ragioni strumentali”

FrosinoneToday è in caricamento