rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Veroli

Veroli, comune condannato in appello a risarcire un dipendente

Ora l’ente dovrà pagare le spese legali ed il raddoppio del contributo unificato

E’ di queste ore la notizie che il Comune di Veroli è stato condannato in Corte d’Appello per una vicenda che riguarda un lavoratore che si era rivolto alla Uil Fpl per far valere i suoi diritti.

Il municipio ernico ora dovrà pagare la vertenza ed il raddoppio del contributo unificato. Il dipendente, che a causa dell’atteggiamento della controparte politico-amministrativa, è riuscito a documentare il mancato pagamento delle differenze retributive per lo svolgimento di mansioni superiori, grazie allo Studio Risi di Frosinone, rappresentato dagli Avv. Giuliano Risi ed Ida Germani, è dovuto ricorrere contro l’appello proposto dall’amministrazione verolana nei confronti di una sentenza con cui il Tribunale di Frosinone, in primo grado, gli aveva già riconosciuto le ragioni.

La vertenza è arrivata così inevitabilmente alla Corte d’Appello di Roma, dove con apposita sentenza – la n. 457/2019 – la Sezione Lavoro, presieduta dal Magistrato Rossana Brancaccio, con a latere i colleghi Olga Pirone e Roberto Bonanni, hanno accordato al dipendente municipale di Veroli l’adeguato risarcimento richiesto.

Per Paolo Pandolfi, Segretario Territoriale del comparto pubblico UIL “questa è una nuova vittoria, ancora una volta, ottenuta in giudizio dal nostro Sindacato e rappresenta per noi, non solo una prova di orgoglio che premia il nostro minuzioso lavoro di assistenza legale, ma la conferma di quanto la nostra vigilanza sui posti di lavoro sia sempre a servizio dei lavoratori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veroli, comune condannato in appello a risarcire un dipendente

FrosinoneToday è in caricamento