Martedì, 23 Luglio 2024
Alimentazione

Dieta reset: schemi e alimenti per riattivare il metabolismo

Una dieta personalizzata che permette di perdere qualche chilo, recuperare energia, sentirsi meglio e in equilibrio e ridare il giusto sprint al metabolismo

Finite le festività ci si può ritrovare appesantiti dagli abbondanti pranzi e dalle numerose cene, magari gonfi e con irregolarità intestinale. Si sente spesso il bisogno di disintossicarsi, sgonfiarsi, ricominciare a gestire lo stress e riattivare il metabolismo. Ma come riuscire a ritrovare il proprio equilibrio? E come recuperare le energie per iniziare bene il nuovo anno?

Una soluzione possibile è la dieta Reset, un metodo che, a seconda del biotipo intestinale di ciascuno, permette di perdere qualche chilo, recuperare energia, sentirsi meglio e in equilibrio e ridare il giusto sprint al metabolismo.

Prima di tutto va capito a che biotipo si appartiene, in modo da seguire poi una dieta Reset “personalizzata”. «Si chiama Reset perché mira a ‘resettare’ gli errori metabolici e ormonali nel più breve tempo possibile e favorire così il benessere della persona: sgonfiare la pancia, disintossica il fegato o ridurre la ritenzione idrica. Lo possiamo fare gestendo gli alimenti e talvolta anche gli integratori, in base alle specifiche caratteristiche di ciascuno» spiega l’endocrinologa e diabetologa Serena Missori, co-autrice insieme al farmacista Alessandro Gelli del libro” La dieta dei biotipi”.

Ecco quindi le strategie messe a punto dalla dott.ssa Serena Missori e dal dott. Alessandro Gelli per cominciare il nuovo anno con energia, perdere peso e riattivare il metabolismo.

Che cos’è la Dieta Reset?

Lo scopo della dieta reset è: 

  • ridurre l’infiammazione cronica silente; 
  • ridurre gli effetti dello Stress cronico; 
  • rimuovere le tossine; 
  • sbloccare il metabolismo inceppato; 
  • curare il GUT e il GUT Microbiota; 
  • farti diventare una fornace metabolica brucia grasso. 

Tutte le strategie del Metodo Missori-Gelli si basano su tre cardini fondamentali: Rimuovi-Ripara-Rigenera, ovvero le 3R.

  • Rimuovere l’effetto negativo dello stress, dell’aging, del cibo, delle abitudini scorrette, dell’inquinamento, della rigidità muscolare e articolare, dell’eccesso di peso, delle cellule morte, dell’infiammazione sistemica, dell’infiammazione intestinale ecc.
  • Riparare le strutture cellulari, gli organi, il pensiero, l’umore, l’atteggiamento, la modalità di risposta allo stress e all’aging e la flessibilità fisica e mentale.
  • Rigenerare le energie aumentando la vitalità, la capacità di utilizzare i nutrienti, la capacità di accendere il metabolismo, la capacità di far fronte agli eventi e la performance psico-fisica.

Ad ogni biotipo la sua Dieta Reset 

Avviare il processo di guarigione metabolica, ti metterà il turbo e potrai ripeterla tutte le volte che vorrai. 

Le strategie “reset” sono molto veloci e pratiche e sono pensate per ogni psico-biotipo ormonale-viscerale. 
Infatti per ogni biotipo i due autori non hanno solo individuato la dieta alimentare specifica da seguire, presentando il menù settimanale dettagliato, ma hanno anche individuato la giusta dieta reset da mettere in pratica. 

Dieta Reset Surrenalico

Ideale per chi è particolarmente stressato, sotto pressione, insonne. 

“Se sei un Surrenalico, potresti essere Adrenalinico, Cortisolico o Esaurito. I tuoi surreni sono sovra stimolati e stressati, hanno bisogno di relax e calma” spiega la dott.ssa Missori. Il Reset Surrenalico dura da un minino di una settimana a uno due mesi, a seconda del grado di affaticamento. 

Il Surrenalico ha continue crisi energetiche sia se Adrenalinico sia se Cortisolico o Esaurito. Consuma velocemente lo zucchero ed è continuamente affamato di cibi ricchi di carboidrati semplici. “Il tuo corpo deve imparare a controllare la glicemia, a ridurre le scariche di adrenalina, a produrre meno cortisolo, a stoccare meno grasso e a bruciarne di più. All’inizio ti potrà sembrare di mangiare molto di più del normale (o molto meno in base alle tue abitudini) e noterai immediatamente che i muscoli diventeranno più forti e tonici”. Ecco perché apparentemente una bilancia casalinga può far credere di essere aumentato di peso. “Ma non ti preoccupare, stai riparando il tuo corpo che diventerà più abile a bruciare grasso”. 

Potrà sembrare inusuale, ma è prevista la verdura anche a colazione, fondamentale per fornire fibre, favorire il transito intestinale e rallentare l’assorbimento dei carboidrati, regalando un’energia più stabile. 

  • I cibi indispensabili – alcuni esempi
  • Verdure: asparagi, broccoletti, broccoli, cavolfiore e cavolo
  • Frutta: limoni, mandarini, mela verde e rossa, mirtilli, mirtillo rosso
  • Proteine: carne bianca biologica, carne rossa biologica e allevata al pascolo (no insaccati, no affettati con nitriti), ceci decorticati
  • Grassi: avocado, frutta oleosa (eccetto le arachidi), olio di cocco, olio extravergine d’oliva
  • Carboidrati: avena, batate, ceci decorticati, lenticchie

Occorre scegliere almeno 5 cibi indispensabili ogni giorno e consumarli in più pasti possibile. Inoltre, è bene evitare caffè, bevande stimolanti, succhi di frutta, formaggi freschi e fermentati, vino, birra. 

Ecco lo schema settimanale per il Reset Surrenalico

Dieta Reset Surrenalico
 
Il giorno 1-3-5 sono ricchi di carboidrati complessi e proteine, mentre sono poveri di grassi (considerare mezza porzione), i giorni 2-4 sono ricchi di frutta, vegetali, grassi buoni e proteine, il giorno 7 è libero con gli alimenti consentiti. In questo modo rieducheremo i surreni a rispondere correttamente al cibo e a far metabolizzare correttamente carboidrati, proteine e grassi. Ridurremo la percezione di Stress e gli attacchi di fame, nonché la sensazione di allarme, deprivazione e affaticamento.

Reset Surrenalico
 Tisana A 
• 1 cucchiaio di biancospino • 1 cucchiaio di tiglio • 1 cucchiaio di melissa • 1 cucchiaio di passiflora (opzionale in base all’intensità dei sintomi) • 300 ml di acqua 
Portare l’acqua a 70 °C, mettere in infusione per 5 minuti, filtrare e bere

Dieta Reset Tiroideo 

Ideale se si ha sempre freddo, stanchezza, se cadono i capelli, se si è ingrassati ovunque e le braccia sono flaccide.

Occorre seguire il Reset Tiroideo per un minimo di una settimana e sino a quando lo si ritiene opportuno. “Ricorda che le crucifere (cavoli, cavolfiori, broccoli), che sono antiestrogenici, hanno l’effetto di ridurre l’assorbimento dello iodio che è fondamentale per la produzione degli ormoni tiroidei, quindi se sei in ipertiroidismo consumali perché ti aiuteranno a limitare i sintomi, se sei ingrassato e sei in una condizione di ipotiroidismo anche se non conclamato (ricorda che gli esami del sangue vedono solo la punta dell’iceberg), riducili oppure aumenta l’introito di iodio” ricorda la dott.ssa Missori. È da evitare la soia che rallenta la tiroide e poi è praticamente tutta geneticamente modificata. 

“Hai bisogno di tanto pesce che, oltre a contenere iodio, è una fonte di selenio indispensabile per la tiroide. Trovi il selenio anche nelle noci del Brasile”.

  • I cibi indispensabili – alcuni esempi
  • Verdure: alfalfa (germogli), alghe, aglio, asparagi
  • Frutta: ananas, avocado, frutti di bosco, lime
  • Proteine: carne bianca biologica, carne rossa biologica allevata al pascolo, gamberi e gamberetti
  • Grassi: avocado, frutta oleosa (eccetto le arachidi), olio di cocco olio extravergine d’oliva
  • Carboidrati: avena, batate 

Scegli almeno 5 cibi indispensabili ogni giorno e consumali in più pasti possibile. Inoltre, evita caffè, bevande stimolanti, succhi di frutta, formaggi freschi e fermentati, vino e birra

Ecco lo schema settimanale per il Reset Tiroideo

Dieta Reset Tiroideo
I giorni 1-7 hanno lo stesso schema che farà mobilizzare le tue scorte di grasso e con esse le tossine, e riattiverà la tiroide che blocca il tuo metabolismo. Prediligi le noci del Brasile ricche di selenio e mastica i vegetali molto lentamente. Man mano che procederai la tua energia si risveglierà e diventerai un bruciatore di grasso. Per ogni giorno del Reset Tiroideo:

Reset Tiroideo

Tisana T • ½ cucchiaino di pepe di Cayenna • ½ cucchiaino di olio di cocco • 1 cucchiaio di caffè di cicoria solubile • 250 ml di acqua 
Scaldare l’acqua a 70 °C, mescolare tutti gli ingredienti e bere.

Dieta Reset Estrogenico 

Se soffri di irregolarità mestruali, sindrome premestruale, se sei in menopausa, hai una dominanza estrogenica, hai la policistosi ovarica, problemi di infertilità o ipotiroidismo, inizia con il Reset Estrogenico.

“Avrai bisogno di una buona quota di proteine magre, molti grassi buoni (attivatori del metabolismo ormonale) e una quota moderata di vegetali, preferendo le crucifere che sono antiestrogeniche, perché l’eccesso di verdure tende a causare gonfiore e ritenzione”. 

Il Reset Estrogenico favorisce naturalmente la sintesi del pregnenolone da cui derivano estrogeni, progesterone e testosterone affinché questi siano prodotti in equilibrio, mentre contemporaneamente rimuove gli interferenti e distruttori endocrini. Il Reset mira a favorire l’equilibrio ormonale, a ridurre il grasso, la ritenzione, la cellulite, la stanchezza e tutti i disturbi legati allo squilibrio estrogenico, tipico nella sindrome premestruale e nella menopausa, ma anche in molti uomini obesi. Un altro obiettivo è quello di favorire la sintesi della vitamina D, fondamentale per il sistema immunitario, per il mantenimento del peso, per le ossa, per la prevenzione oncologica, contro l’infiammazione cronica silente, nonché migliorare la dismissione in circolo dalle scorte di grasso. 

  • I cibi indispensabili – alcuni esempi 
  • Verdure: alghe, aglio, asparagi, barbabietola rossa, broccoletti, broccoli
  • Frutta: ananas, arance, avocado, frutti di bosco
  • Proteine: ceci, gamberi e gamberetti, pesce, preferibilmente salmone selvatico (eccetto pesce spada, tilapia, cozze, vongole)
  • Grassi: avocado, frutta oleosa (eccetto le arachidi), olio di cocco, olio extravergine d’oliva
  • Carboidrati: avena, batate, quinoa

Scegli almeno 5 cibi indispensabili ogni giorno e consumali in più pasti possibile. Evita caffè, bevande stimolanti, succhi di frutta, formaggi freschi e fermentati, vino e birra. 

Ecco lo schema settimanale per il Reset Estrogenico

Dieta Reset Estrogenico

I giorni 1-2 hanno lo stesso schema e non prevedono grassi aggiunti, questo farà mobilizzare le tue scorte e con esse le tossine che ci si nascondono e che bloccano il tuo metabolismo. Prediligi le crucifere e mastica i vegetali molto lentamente. I giorni 3-7 hanno tanti grassi buoni, proteine e vegetali che favoriranno la corretta sintesi ormonale, il drenaggio linfatico e lo scioglimento del grasso e della cellulite, miglioreranno l’umore e l’energia. Per ogni giorno del Reset Estrogenico:

Reset Estrogenico

Tisana Estro • ½ cucchiaino di pepe di Cayenna • ½ cucchiaino di zenzero secco • 1 cucchiaio di agnocasto • 1 cucchiaio di foglie di tarassaco • stevia (opzionale) • 300 ml di acqua 
Portare l’acqua a 70 °C, mettere in infusione per 5 minuti, filtrare e bere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieta reset: schemi e alimenti per riattivare il metabolismo
FrosinoneToday è in caricamento