SANTANDER CONSUMER BANK: PRESTITO GARANTITO DA CAMBIALE IN BIANCO. ESISTERA’ UN INTERLOCUTORE?

Un consumatore si è rivolto alla nostra Associazione per raccontare la sua vicenda…che si può definire…molto complicata!! Quest’ultimo racconta di avere una esposizione debitoria con numerose finanziarie, di gran lunga superiore

Un consumatore si è rivolto alla nostra Associazione per raccontare la sua vicenda…che si può definire…molto complicata!! Quest’ultimo racconta di avere una esposizione debitoria con numerose finanziarie, di gran lunga superiore

al proprio reddito e, che, pur nonostante la sua volontà di saldare comunque il debito diventa molto difficile (per non dire impossibile) parlare con un referente della Banca/Finanziaria…

Il caso che più stupisce il consumatore in questione è quello con la Banca Santander con la quale lo stesso accendeva un finanziamento “garantito da cambiale in bianco” nel settembre 2011.

Ci racconta che, vista l’impossibilità di sanare tutte le sue posizioni debitorie, inizia ad essere assillato per non dire “molestato”, contestualmente e, ad ogni ora del giorno, da diverse società di recupero crediti, (ci chiediamo: quante avranno l’incarico da parte della Banca/Finanziaria???)…anche i vicini del soggetto in questione sono ormai a conoscenza della vicenda perché le telefonate di tali società di recupero sono state indirizzate anche a questi ultimi: immaginate il disagio subito da un consumatore che oltre alla già critica situazione che vive deve subire anche simili comportamenti…

La nostra Associazione nel novembre 2014, scrive quindi a tutela del sig. “Caio” in primis, per la restituzione della cambiale e, in secondo luogo per interloquire con un referente della Santander e cercare di trovare una soluzione alla vicenda…

E qui inizia la storia…per non dire…si apre un altro capitolo: non si può parlare con nessuno, solo scrivere! Inizia la copiosa corrispondenza e…spiacevole vicenda…anche i numeri della nostra Associazione dei Consumatori, lasciati come recapito per essere ricontattati dal referente della Banca, vengono utilizzati dalle società di recupero crediti per sollecitare il pagamento…ad ogni ora e con connessi sms di avviso…ed anche qui da società differenti, numeri differenti…soggetti differenti!!!

Ancora più sorprende il fatto che una Società di Recupero crediti ci aveva comunicato circa la percentuale accettata a definizione della trattativa del sig. Caio ma…dopo poche ore (della stessa giornata) l’ufficio legale incaricato dalla Banca (quindi Società di recupero del credito e Studio legale uniti per lo stesso fine) risponde con un RIFIUTO.

Davvero…mai capitata cosa simile…vogliamo intervenire a tutela di un consumatore perché le finanziarie non possono avere un simile atteggiamento: sollecitare esasperando una persona già in difficoltà!! Le Società di recupero crediti incaricate dovrebbero prestare la massima attenzione nel contattare i vicini per il recupero del credito, non violare la privacy con modus operandi scorretti e…ADOTTARE FORME APPROPRIATE DI COMUNICAZIONE per cercare di trovare il corretto punto di incontro con un consumatore già in difficoltà…SICURAMENTE IL DISAGIO POTREBBE DIVENTARE “DIALOGO”

A.E.C.I. ROMA SUD è sempre operativa per la tutela dei diritti dei consumatori.

Ci auguriamo che la Santander Consumer Bank contatti la nostra Associazione per il dialogo CHIESTO da lunghi mesi…

A.E.C.I. ROMA SUD

VICOLO DELLE COSTE 9 - LABICO (RM)

VIA CASILINA 185 – VALMONTONE (RM)

Tel/fax 0699367488 - Cell. 3481788786 -3249959867

romasud@euroconsumatori.eu

AECI ROMA SUD non riceve alcun finanziamento da partiti e/o sindacati e si autofinanzia tramite le vostre tessere e contributi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento