Processo Morganti, Franco Castagnacci beneficia dei domiciliari

La richiesta presentata dal legale difensore Marilena Colagiacomo è stata accolta dal giudice della Corte di Assise di Frosinone Giuseppe Farinella

Processo Morganti, Franco Castagnacci uno degli imputati per la morte di Emanuele, il ragazzo di venti anni residente a Tecchiena ucciso dal branco il 24 marzo del 2017 per futili motivi, beneficerà degli arresti domiciliari. La notizia di questa revoca della misura cautelare in carcere si è sparsa a macchina d'olio nel giro di pochi minuti nella città di Alatri, tra l'incredulità di molti cittadini.

Le motivazioni

L’avvocato Marilena Colagiacomo (foto in basso) difensore dell’imputato aveva presentato venerdì scorso la richiesta della revoca della misura cautelare in carcere al giudice della Corte di Assise Giuseppe Farinella in quanto a suo dire era venuto meno il pericolo di inquinamento probatorio. "Visto che il processo è quasi giunto al termine - ha dichiarato il legale  difensore - e sono statii sentiti quasi tutti i testi del pubblico ministero non c’è più il pericolo di inquinamento probatorio e quindi verrebbe meno l’esigenza cautelare della custodia in carcere”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il processo per spaccio di droga

Franco Castagnacci ha un altro procedimento penale in corso relativo alla detenzione ai fini di spaccio. Da qui a breve il processo si definirà nel processo di Appello. Anche in questo caso il legale auspica che il suo assistito venga prosciolto dalle accuse. Per quanto riguarda il processo per l'omicidio di Emanuele Morganti l'avvocato difensore riserba ancora alcuni assi nell  manica che dovrebbero alleggerire non poco la posizione del suo  assistito. L'uomo ricordiamo, insieme al figlio Mario, a Paolo Palmisani e Michel Fortuna deve rispondere di omicidio volontario in concorso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento