menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anagni, gestore di un bar moroso viene sfrattato. Si "vendica" minacciando e diffamando il proprietario

L'uomo che gestiva l'attività commerciale sarebbe arrivato addirittura a dichiarare che il titolare come secondo lavoro faceva quello del "protettore" e che la moglie la portava a "battere" il marciapiede tutte le sere

Il proprietario del locale lo aveva sfrattato perchè da mesi non pagava l'affitto così lui, gestore di un bar di Anagni di 50 anni  aveva iniziato a fargli dispetti di tutti i tipi. A cominciare dal fatto che metteva delle sedie e tavolini nell’area destinata al parcheggio della vettura del proprietario o all'imondizia che lasciava davanti alla sua porta di casa e che cospargeva anche sul pianerottolo. Una volta sempre a causa dei dissapori che si erano venuti a creare il proprietario del locale era venuto alle mani.

Le frasi offensive

A far scattare la denuncia per minacce e diffamazione l'aver detto alla presenza di numerosi avventori del bar che l'uomo come secondo lavoro faceva quello del "protettore" e che tutte le sere accompagnava la moglie, prostituta di professione, a battere il marciapiede nella zona dell’asse attrezzato.

Le minacce

Parole offensive che avevano ferito profondamente i due coniugi che erano stati sempre considerati persone perbone e stimate da tutti. Alla diffamazione si erano aggiunte anche le minacce, di fargliela pagare cara perché avevano avviato il procedimento di sfratto. Da qui l'inchiesta e il successivo rinvio a giudizio,    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento