Cassino, schianto in moto nel centro della città, perde la vita Lorenzo Saggese

Il terribile impatto è avvenuto in via Verdi poco dopo le due della scorsa notte. Il giovane, molto noto in città, era in sella alla sua due ruote quanto si è scontrato con una BMW

Lorenzo Saggese

Stava tornando a casa, dopo una serata trascorsa con gli amici. In sella al suo scooter stava percorrendo piazza Green all'altezza di via Verdi quando c'è stato lo schianto, terribile, che non gli ha lasciato scampo. A perdere la vita è stato Lorenzo Saggese trent'anni, imprenditore del settore immobiliare.

Lo schianto

"Abbiamo sentito come uno scoppio e poi le grida dei passanti, ci siamo affacciati ed abbiamo visto quel ragazzo a terra. I soccorsi sono arrivati immediatamente ma c'è stato poco da fare". A parlare sono alcuni clienti che al momento dell'incidente si trovavano in un bar nei paraggi. Il rumore dello scontro è stato udito a centinaia di metri.

I soccorsi

Il giovane centauro è stato trasferito al pronto soccorso di Cassino e poi vista la gravità delle sue condizioni è stato pensato anche un suo trasferimento a Roma ma è deceduto prima che l'eliambulanza ripartisse alla volta della Capitale. Chi era a bordo della vettura tedesca coinvolta nell'incidente, un giovane residente a Piedimonte Matese in provincia di Caserta, a parte lo stato di choc, non ha riportato gravi ferite. Saranno ora i carabinieri a stabilire l'esatta dinamica.

La persona

Bello e solare il 30enne era amato e stimato da quanti lo conoscevano. Allegro, simpatico e pieno di vita era l'anima della compagna ed un vero professionista sul lavoro. Figlio di Federico Saggese, collaboratore del sindaco di Cassino e di Maria Rosaria Marrocco, stimata dipedente dell'Ateno, il ragazzo stava tornando a casa. La notizia della sua morte si è sparsa in città, nonostante fosse notte fonda, in brevissimo tempo e tantissime sono state le persone che si sono riversate al pronto soccorso in cerca di notizie sulle sue condizioni di salute. Poi la tragica verità. Parole di cordoglio sono arrivate anche dal Magnifico Rettore dell'Università di Cassino, il professor Giovanni Betta: "Tragedie come queste colpiscono la nostra grande famiglia e noi tutti non possiamo far altro che stringerci attorno alla cara Maria Rosaria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I funerali

L'addio al giovane è stato fissato per martedì 24 aprile alle ore 10.30 nella chiesa Madre in piazza Corte. Il medico legale, dopo la ricognizione esterna, ha dato il nulla osta alla sepoltura. Una camera ardente è stata allestita presso l'ospedale di Cassino. Qui amici e conoscenti potranno salutare lo sfortunato ragazzo fino alle 9 di martedì mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento