menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppia aggredita, il racconto di una testimone: "Hanno puntato la pistola in faccia"

Il gravissimo episodio ieri sera in piazza Diamare dove un gruppetto di minorenni è entrato ancora una volta in azione. Le indagini della Polizia hanno consentito di identificare tutti i componenti del branco.

Colpito a bottigliate sul viso e sulla testa per aver cercato di difendere la fidanzata dalle molestie di un gruppo di giovani.

Il gravissimo episodio è avvenuto ieri sera nella centrale piazza Diamare a Cassino. Erano passate da poco le 21:30 quando due coppie di giovani fidanzati, che stavano percorrendo a piedi l'area, in direzione viale Dante, si sono viste accerchiare da alcune persone nate e residenti in città e tutte con un'età inferiore ai diciotto anni.

Prima frasi offensive e volgari verso le donne e poi, dinanzi alla comprensibile reazione dei ragazzi, è arrivata l'aggressione a colpi di bottiglia sul volto e sulla testa. Una violenza proseguita con pugni e calci e persino con una pistola, impugnata da uno dei molestatori.

Alcuni passanti, davanti a scene di terrore e disperazione e alla vista di volti coperti di sanghe, hanno allertato immediatamente il centralino del 113 e dell'Ares 118. In pochi minuti in piazza Diamare sono arrivate le volante del commissariato, le ambulanze ed i carabinieri ma del gruppetto di aggressori non c'era più traccia.

Solo qualche minuto dopo, due dei partecipanti alle violenze sono stati individuati, fermati e condotti in caserma: sono stati interrogati fino a tarda notte. Il ferito è stato trasportato presso il pronto soccorso del Santa scolastica dov'è è stato medicato e sottoposto a tutti gli accertamenti necessari a scongiurare la presenza di eventuali danni o lesioni interne: guarirà in pochi giorni.

Le indagini degli agenti del commissariato di Cassino, agli ordini del vicequestore Giovanna Salerno, sono proseguite tutta la notte fino a quando non sono stati identificati tutti i componenti del branco. E' stata interessata la Procura dei Minori di Roma. 

Aggiornamento delle 18.30

Spunta anche una testimone che ha riferito di essersi vista puntare in faccia una pistola da uno dei componenti del branco. La ragazza, un'adolescente, è sotto shock. Nel frattempo il consigliere di minoranza Luca Fardelli ha chiesto che il sindaco si faccia portavoce per la convocazione in Prefettura di un comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica nel quale affrontare il problema. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Frosinone, oggi si festeggia "Santa Fregna"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento