Ceccano, picchia la nuora e le avvelena il cane, suocera finisce sotto processo

Alla sbarra sono finiti anche il suocero ed il cognato per aver colpito la ragazza con pugni e calci costringendola alle cure del pronto soccorso

La suocera, una donna di 63 anni residente a Ceccano, non aveva mai visto di buon occhio il matrimonio del figlio con una ragazza straniera.  Così ogni occasione era buona per poter denigrare la nuora. Nonostante la nascita di due bambini la situazione tra le due era rimasta sempre molto tesa.  A questo da aggiungere che anche il suocero ed il cognato, fratello del marito si erano coalizzati contro la parente che arrivava dall'America Latina. 

Le percosse

Più volte la ragazza era stata minacciata e insultata.  Nel corso di una lite  la donna era stata minacciata dal cognato anche con una forchetta dicendole che gliel'avrebbe infilzata. Ma a far scattare la denuncia nei confronti dei tre  le botte ricevute  un giorno che si era recata  dalla suocera a riprendersi i bambini. I suoceri ed il cognato l'avevano colpita con pugni e schiaffi. A seguito di tali fatti tutti e tre sono finiti sono processo per il reato di lesioni. La vittima ed il marito si sono costiuiti parte civile tramite l'avvocato Luca Solli. 

Il cane avvelenato con un lumachicida

Tra i reati contestati  alla suocera anche il tentativo di avvelenare il cane della nuora. Secondo le accuse avrebbe fatto mangiare all'animale del cibo  contenente lumachicida del tipo Metaldeide cagionandogli lesioni da avvelenamento.A stabilirlo i medici della clinica veterinaria di Frosinone dove era stata ricoverata la bestiola che si è salvata per miracolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La controdenuncia

I tre imputati, va detto, hanno presentato una controdenuncia nei confronti della ragazza straniera  per il reato di minacce. A loro dire avrebbe usato frasi del tenore: "vi sparo a tutti e tre, vi faccio secchi a tutti e tre". La  donna dovrà comparire davanti al giudice monocratico lunedì prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Muore a 58 anni il carabiniere Vito Antonio De Vita. Lunedì i funerali

  • Il 2 giugno i funerali di Guglielmo Mollicone. Oggi l'anniversario della morte di Serena

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento