Rapine ai distributori e tabaccherie con il cavatappi, condannati due ceccanesi

Cinque anni ed otto mesi per Antonio di Mario e tre anni e 4 mesi per Roberto Velardi entrambi accusati di aver messo a segno ben quattro azioni criminose

Foto di archivio

Assalti ai distributori, due ciociari condannati. Si tratta di Antonio Di Mario un ceccanese di 31 anni (l’uomo era difeso dall’avvocato Filippo Misserville) che è stato condannato a cinque anni e otto mesi di pena e Roberto Velardi di 27 anni condannato invece a tre anni e quattro mesi di carcere. Entrambi hanno chiesto di essere giudicati con rito abbreviato. Nei confronti di Velardi il Pm aveva chiesto sette anni di carcere. Ma l’avvocato Giuseppe Lo Vecchio ha evidenziato delle attenuanti che sono state accolte dal giudice.

Quattro i colpi messi a segno

Secondo gli elementi raccolti dagli investigatori la coppia aveva messo a segno dei colpi al distributore in viale America Latina a Frosinone (bottino 200 euro), alla pompa di benzina “New Energy” di Patrica che aveva fruttato 1500 euro ad una tabaccheria a Lenola e al “Caffè Shop” dell’Eni lungo l’Appia, a Monte San Biagio.

Un cavatappi utilizzato come arma

Dagli elementi raccolti dagli investigatori i due ceccanesi mettevano a segno i colpi utilizzando dei cavatappi. Ad incastrare Verardi proprio otto cavatappi rinvenuti nella sua vettura. Per la cronaca va detto proprio il padre di Velardi aveva contribuito all'identificazione del figlio in quanto quella sera non vedendolo rientrare a casa si era recato in casema per presentare denuncia di scomparsa. Ben presto però i militari si erano resi conto che la targa della vettura fornita dal genitrore era quella che stavano cercando perchè ripresa dalle telecamere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento