Ceprano, non ci saranno altre perizie per il parroco accusato di stupro su un bimbo di 8 anni

Nell'udienza di ieri il giudice della Corte Giuseppe Farinella ha deciso che l'istruttoria poteva ritenersi conclusa. La sentenza è prevista per il prossimo 21 maggio

Non ci saranno altre perizie nel processo a carico di G. B. il parroco di Ceprano di 56 anni accusato di aver stuprato un bambino fin da quando aveva otto anni. Nell'udienza che si è tenuta ieri mattina presso il tribunale di Frosinone, ll collegio, presieduto dal dottor Giuseppe Farinella, ha deciso che l'istruttoria poteva ritenersi conclusa.

Gli abusì subìti avrebbero danneggiato la psiche della vittima

Nonostante la difesa dell'imputato, rappresentato dall’avv. Giuseppe Pizzutelli, avesse chiesto la nomina di un nuovo perito, il Collegio ha accolto invece la richiesta della parte civile, rappresentata dall'avvocato Carla Corsetti, e del Pubblico Ministero, i quali concordemente hanno sostenuto che il nesso di causalità tra il danno e gli abusi subiti, fosse inequivocabilmente già confermato nelle perizie acquisite. La parte civile aveva depositato la perizia del dottor Giovanni Minotti, mentre il Pubblico Ministero aveva depositato la perizia del dr. Carlo Pizzutelli. Entrambi i periti sono stati ascoltati nel corso delle precedenti udienze ed entrambi avevano confermato di aver elaborato le loro perizie dopo aver esaminato la persona offesa. La difesa del parrco aveva nominato come consulente il dottor Cristiano Barbieri il quale era arrivato a conclusioni opposte ma il limite della sua perizia stava nel fatto che non aveva mai incontrato la parte offesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La soddisfazione della parte civile

“Siamo soddisfatti per questa decisione -  ha commentato l'avvocato Corsetti - perché il Collegio ha accolto la nostra richiesta e ora possiamo concentrarci sulla fase finale di questo processo”. L'imputato, va detto ha sempre respinto tutte le accuse.
L'ultima udienza è stata fissata per il 21 maggio 2019

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Ceccano, speciale elezioni: i dati sull'affluenza e i risultati in tempo reale

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento