Inchiesta 'malaffare', tutti rinviati giudizio per corruzione e turbativa d'asta

Il Gup del tribunale di Cassino ha disposto il processo per ex sindaco D'Aliesio, ex vice sindaco Canale, ex assessore Ricciardelli e per l'imprenditore di Veroli Alfredo Coratti, due suoi dipendenti e per il tecnico comunale Pucci

Il momento dell'operazione e degli arresti nel giugno 2019

Tutti rinviati a giudizio per corruzione e turbativa d'asta mentre è venuta meno l'accusa di voto di scambio. Questo quanto deciso poco fa dal Gup del tribunale di Cassino (Frosinone). L'ex sindaco di Cervaro Angelo D'Aliesio, l'ex vice sindaco Gino Canale, l'ex assessore all'ambiente Vincenzo Ricciardelli, il tecnico comunale Enzo Pucci, l'imprenditore di Veroli Alfredo Coratti e uno dei due dipendenti della ditta di raccolta e smaltuimento dei rifiuti (l'altro è stato prosciolto perchè ritenuto colpevole di voto di scambio) sono stati rinviati a giudizio nell'ambito dell'indagine "Malaffare" che aveva portato all'arresto degli stessi oltre un'anno fa.

Il GUP, Salvatore Scalera, ha disposto il processo che avrà inizio il 12 novembre. Il GUP ha accolto le richieste avanzate dal pubblico ministero Alfredo Mattei in sostituzione del titolare dell’indagine il dottor Emanuele De Franco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 5 borghi da visitare in Ciociaria

  • Ceccano, speciale elezioni: Caligiore in vantaggio, Corsi e Piroli confidano nel ballottaggio

  • Coronavirus in Ciociaria: uno dei 2 nuovi casi è un 51enne di Pontecorvo andato al pronto soccorso

  • Cassino, grave schianto tra auto lungo la Casilina in direzione Cervaro

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, gli aggressori percepivano il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento