Cronaca Coreno Ausonio

Omicidio Mattei, la Corte d'Appello dispone un nuovo sopralluogo nella cava

La decisione presa nel corso dell'udienza del processo in secondo grado che si sta celebrando a Roma. Per quella vicenda è stato condannato all'ergastolo Giuseppe Di Bello

Omicidio Mattei, la Corte d'Assise di Appello di Roma, nel corso della prima udienza del processo a carico di Giuseppe Di Bello, accusato di aver assassinato i due fratelli Almicare e Pino nella loro cava, ha disposto che venga ricostruita la scena del crimine accogliendo la richiesta dagli avvocati difensori dell'imputato Giuseppe Di Mascio e Bruna Colacicco.

Il nuovo sopralluogo

I due legali, infatti, avevano sollevato dubbi inerenti la decisione presa dalla Corte d'Assise di Cassino. La Corte d'Assise ha quindi emesso un'ordinanza che dispone una Consulenza tecnica per ricostruire la scena del crimine mediante un sopralluogo nella cava di Coreno Ausonio dove nella notte tra il sei ed il sette novembre del 2014 è avvenuta la mattanza. In primo grado l'unico indagato, Giuseppe Di Bello appunto, è stato condannato alla pena dell'ergastolo. La famiglia Mattei è rappresentata dall'avvocato Gianrico Ranaldi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mattei, la Corte d'Appello dispone un nuovo sopralluogo nella cava

FrosinoneToday è in caricamento