Ferentino, calci e spintoni ai piccoli scolari, due maestre incastrate dalle telecamere nascoste

Il deprecabile episodio si sarebbe verificato nella scuola primaria "Simone Cola". A far scoppiare lo scandalo alcuni genitori insospettiti dallo strano comportamento dei figlioletti

bimbi all'uscita di scuola

“Chiunque abusa dei mezzi di correzione o di disciplina in danno di una persona sottoposta alla sua autorità, o a lui affidata per ragione di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, ovvero per l'esercizio di una professione o di un'arte, deve essere punito”. Così recita la legge. Quella legge che secondo gli elementi raccolti dalla procura due maestre in forza alla scuola primaria "Simone Cola" di Ferentino rispettivamente di 42 e 56 anni avrebbero trasgredito.

I maltrattamenti

La vicenda relativa ai maltrattamenti sui piccoli scolari della II^ sezione dell’istituto scolastico ferentinate risale agli anni 2014-2015 quando un gruppo di genitori, insospettiti da strani comportamenti dei loro figlioletti (i bambini oltre ad essere aggressivi con gli adulti avevano incubi ricorrenti ed avevano cominciato ad avere enuresi notturne) avevano presentato una denuncia ai carabinieri chiedendo che venissero installate delle telecamere nascoste. E proprio a seguito di quei filmati le due docenti sono finite sotto processo con un decreto di citazione diretta a giudizio. La prima udienza  si terrà il prossimo 6 dicembre.

Le telecamere nascoste

Per quanto riguarda la docente di 42 anni è accusata di aver trascinato piccoli alunni prendendoli per i polsi, strappando loro i giocattoli dalle mani spintonandoli e strattonandoli. La cosa più grave è che avrebbe preso a calci un bambino che si era messo sotto la cattedra colpendolo ripetutamente sul corpo. Ma c’è di più: per impedire ai piccoli scolari di andare in bagno (questo avrebbe comportato il suo aiuto nel rivestirli) bloccava la porta con una sedia. Una situazione che scatenava l’enuresi di tanti bambini. A questo da aggiungere le parole offensive che proferiva nei loro confronti.

La rivolta dei genitori 

Situazione molto simile per l’altra insegnante che oltre a strattonare e spintonare i piccoli scolari in preda a vere e proprie crisi isteriche li sollevava da terra. Tanti i genitori che si sono rivolti ai loro legali per essere rappresentati  nelle opportune sedi. Nel collegio difensivo gli avvocati Eliseo e Domenico Di Francesco del foro di Frosinone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento