Morte piccolo Leonardo, parla il primario: "un dramma inaspettato ma non sempre va ricercato un colpevole"

Il dottor Giancarlo Paradisi che da tre anni dirige il reparto di ginecologia ha dichiarato che la struttura ha dati di elevata sicurezza. Da quando presta servizio nel nosocomio frusinate è la prima volta che accade un evento così infausto

Neonato morto all'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone, i genitori sono in attesa che il magistrato inquirente  dopo l'esame autoptico effettuato sulla salma dia il nullaosta per la sepoltura. L'agenzia di pompe funebri testani di Arnara si sta occupando dei funerali. Sulla vicenda che sta polarizzando in questi giorni l'attenzione dell'opinione pubblica ha voluto dire la sua anche il primario del reparto di gineocologia del nosocomio frusinate Giancarlo Paradisi il quale ha dichiarato che  si è trattato di un dramma inatteso, inaspettato.

Le parole del primario Giancarlo Paradisi

Il primario ha aggiunto che la gravidanza era a termine e che il parto si era svolto regolarmente. Una volta però che il piccolo è venuto alla luce i paramentri vitali non erano buoni. Secondo il primario non sempre va ricercato un colpevole. Anche perchè la struttura ha dati di elevata sicurezza. E' la prima volta - avrebbe detto - che  in tre anni, vale a dire da quanto presta servizio presso il reparto di ginecologia di Frosinone che  si consuma un evento così drammatico. 

La reazione violenta del papà dettata dal dolore

I papà del piccolo Leonardo, questo il nome che hanno dato al loro bambino, un giovane di 23 anni che convive con la sua adorata Alessia a Ceccano, nel momento in cui è stato informato del decesso ha avuto una reazione violenta, dettata dal grande dolore provato per la perdita del suo figlioletto. Quel bimbo lo stava attendendo insieme alla sua compagna con grande trepidazione. Invece, domenica scorsa quando pensava di pregustare le gioie della paternità il mondo gli è crollato tra le mani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra 60 giorni i risultati dell'esame autoptico

Adesso bisognerà attendere i canonici sessanta giorni prima che vengano depositati i risultati dell’autopsia effettuata dal medico legale Daniela Lucidi. Da indiscrezioni raccolte sembra comunque che non siano state riscontrate anomalie sul feto. Necessari però altri esami istologici e di laboratorio per chiarire il tutto. La procura che ha avviato l'inchiesta non avrebbe comunque ancora scritto nessuno sul registro degli indagati 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento