rotate-mobile
Cronaca

Dopo 10 anni di carcere a Frosinone Giuseppe Alfano detto "O Squalo" va ai domiciliari

L'uomo, considerato un esponente di spicco di un clan che si occupava di traffico internazionale di sostanze stupefacenti e che operava a Scafati e Boscoreale, finirà di espiare la pena fuori dalla sua regione

Per anni era stato considerato uno dei personaggi di spicco della malavita campana Giuseppe Alfano detto "O Squalo"  secondo quanto emerso dalle indagini portate avanti dagli investigatori, si era sempre occupato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L'uomo era finito in carcere in Spagna nel 2007 poi successivamante estradato in Italia era stato accompagnato presso il carcere di via Cerreto a Frosinone dove ha quasi finito di espiare la pena.

Settecentomila euro nascosti in una Fiat Multipla

I giudici hanno accolto l'istanza dei difensori Antonio Aiello e Gianmarco De Robertis del foro di Frosinone i quali hanno chiesto di poter far finire di scontare la pena ai domiciliari al loro assistito. Il capo clan campano era stato condannato in Spagna per analoghi reati. Il suo traffico di droga passava per l'Olanda fino ad arrivare alla Francia.  L'inchiesta era stata avviata a seguito del ritrovamento di 700 mila euro nel serbatorio di Gpl di una Fiat Multipla. Una spedizione diretta in Olanda dove avvenivano gli approvvigionamenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 10 anni di carcere a Frosinone Giuseppe Alfano detto "O Squalo" va ai domiciliari

FrosinoneToday è in caricamento