Aggressione in un salone di bellezza, feriti la titolare e due clienti

L'increscioso episodio si è verificato in via Mària a Frosinone. Denunciato un commerciante di Torrice di 55 anni

Due donne ed un ragazzo presi a calci e pugni da un commerciante di 55 anni per futili motivi. L'increscioso episodio si è verificato il prima di natale all'interno di un salone di bellezza ubicato in via Mària a Frosinone. Tutti e tre a causa delle lesioni riportate sono stati refertati al pronto soccorso di Frosinone con prognosi che vanno dai sette ai dieci giorni. Il commerciante è stato denunciato. Secondo quanto riferito dalle vittime tutto sarebbe iniziato a seguito  di un rimprovero fatto ad un giovane automobilista che si trovava nel parcheggio adiacente e che  aveva puntato i fari alti proprio all'interno del salone di bellezza  infastidendo la clientela. 

L'aggressore ha sfondato la porta a vetri con un calcio 

Un rimprovero che il giovane non aveva accettato. Così ha chiamato il suo amico, il commerciante di 55 anni il quale dopo aver sfondato la porta a vetrata del locale con un calcio ha prima preso a pugni e calci la titolare e poi una delle clienti che si era permessa di difendere la parrucchiera. Ad avere la peggio anche un amico della cliente che aveva cercato di difendere le sue donne. La furia scatenata ha smesso di picchiare soltanto quando ha visto le  signore sul pavimento esamini. Sul posto è intervenuta una pattuglia della sezione Volanti che ha fermato l'aggressore proprio mentre si stava allontanando dal locale con sua auto

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indagini per accertare la vera causa di quella violenza 

L'uomo è stato accompagnato in questura ed identificato. I poliziotti non hanno potuto procedere all'arresto in quanto era trascorsa la flagranza di reato. Al momento gli agenti stanno indagando sulla vicenda che presenta alcuni lati oscuri. A cominciare dalla motivazione di quella aggressione. Gli investigatori non escludono che dietro a quella violenza si possano nascondere rivalità e gelosie per motivi di lavoro. La figlia del commerciante infatti è titolare di un centro estetico ubicato poco distante dal salone di bellezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento