Muore su una barella in ospedale, la famiglia si oppone all'archiviazione del caso

I fatti risalgono allo scorso anno quando un pensionato, che era stato collocato davanti all'infermeria del pronto soccorso, era deceduto dopo quattro giorni dal ricovero

Era entrato in ospedale ed era morto dopo quattro giorni in circostanze misteriose.  I familiari  avevano fatto scattare la denuncia contro ignoti.  Ma a conclusione dell'inchiesta il pm aveva chiesto l'arichiviazione. Avverso questa richiesta il legale  ha presentato opposizione chiedendo al  giudice la proroga delle indagini. I fatti risalgono alll'ottobre dello scorso  anno quando D.M. un pensionato di 65 anni era stato accompagnato dalla moglie e dal figlio in ospedale perché si trovava in uno stato di grande confusione mentale. Subito dopo però era stato proprio l'uomo a firmare le sue dimissioni ed a ritornare a casa. Nei giorni seguenti vedendo che le condizioni del marito peggioravano la moglie lo aveva accompagnato di nuovo in ospedale. 

Il ricovero in ospedale

L'uomo aveva il volto tumefatto e l'addome gonfio. Il pensionato che versava in serie condizioni di salute era stato collocato su una barella di fronte all'infermeria. E ci era rimasto per ben quattro giorni, fino all'ora della sua morte. Quel giorno la moglie si era recata con il figlio a fargli visita e lo aveva trovato con la schiuma alla bocca. La signora aveva cominciato a gridare richiamando l'attenzione  del personale sanitario. Purtroppo l'uomo era deceduto all’interno del pronto soccorso mentre i medici stavano cercando di rianimarlo. La signora, convinta che  qualcosa non avesse funzionato e che forse il marito avrebbe potuto salvarsi, si era rivolta all'avvocato Luigi Tozzi e per accertare se poteva essere ravvisabile negligenza. superficialità o imperizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'esame autoptico

L’esame autoptico effettuato sulla salma, aveva stabilito che l’uomo era deceduto per un edema polmonare  seguito da un infarto acuto.  Secondo il legale che ha chiesto al giudice di portare avanti le indagini,  .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento