Dodicenne costretto da una suora a fare i propri bisogni nei pantaloni

A puntare e l'indice sulla religiosa un ragazzino che frequentava una casa famiglia del capoluogo ciociaro. il prossimo 8 aprile si terrà l'incidente probatorio nel frattempo la religiosa tolti gli abiti monacali si sarebbe trasferita in Sicilia

Quando si trovava in punizione era costretto ad urinare e decare nei pantaloni. La suora che operava nella casa famiglia del quale era ospite lo chiudeva in uno stanzino impedendogli persino di andare in bagno. E' la storia di Leonardo (il nome è di fantasia per tutelarne l'anonimato) un ragazzino di 12 anni che frequentava una struttura di Frosinone che accoglieva bambini disagiati. I fatti risalgono al 2016 quando i genitori del minorenne che si trovavano in difficoltà economiche, avevano ricevuto alcuni sussidi da parte di istituzioni che si occupano delle famiglie disagiate. Tra le agevolazioni anche quella di poter far seguire il loro bambino in una casa famiglia gestita dalle suore che si trova nella zona periferica del Capoluogo ciociaro.

Le vessazione ed i maltrattamenti

Il bambino, subito dopo la scuola si recava nella struttura dove mangiava e faceva i compiti. I genitori che cercavano di sbarcare il lunario come potevano erano grati a quella casa di accoglienza che si occupava del loro bambino. Un giorno però la madre del 12enne aveva notato alcune ecchimosi sul corpo del figlio. E quando aveva chiesto spiegazioni di quei lividi il ragazzino in lacrime aveva raccontato che quella suora, oggi 65enne, lo prendeva a ceffoni e lo spintonava. E quando voleva punirlo sovente lo rinchiudeva in uno stanzino vietandogli persino di poter andare in bagno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La denuncia

Secondo quanto raccontato dal ragazzino più di qualche volta aveva dovuto fare la pipì e defecare nei pantaloni. La madre inorridita dal quel racconto, si era rivolta all’avvocato Cristhian Alviani che aveva fatto scattare la denuncia. Il prossimo 8  aprile la giovane vittima di questi presunti maltrattamenti verrà ascoltata dal magistrato inquirente nel corso di un incidente probatorio. Per la cronaca va detto che subito dopo le accuse l'iscrizione nel registro degli indagati la suora tolti gli abiti monacali si sarebbe trasferita in Sicilia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento