Detenuto si impicca in carcere, due agenti della Polizia Penitenziaria accusati di omicidio colposo

I fatti risalgono al febbraio del 2017 quando un giovane di 24 anni si tolse la vita a 'Regina Coeli. Nel mirino della procura anche due medici della Rems di Ceccano

Detenuto di 24 anni si toglie la vita all’interno del carcere di Regina Coeli a Roma, due agenti della Polizia Penitenziaria finiscono davanti al giudice delle udienze preliminari per l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Nel mirino della procura sono finiti anche due medici psichiatri che all'epoca dei fatti si trovavano nella Rems di Ceccano. Questi ultimi debbono rispondere di falso ideologico

Il suicidio

La vicenda risale nella notte tra il 23 e 24 febbraio del 2017 quando i due sottufficiali, si trovavano in servizio presso la struttura peniitenziaria romana. Quella notte Valerio Guerrieri, un detenuto di soli 24 anni, si tolse la vita impiccandosi nel bagno del carcere con una corda. A seguito di quei fatti la procura avviò un’inchiesta e i due agenti finirono sul registro degli indagati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta

A conclusione delle indagini il pubblico ministero ha chiesto il loro rinvio a giudizio perchè date le condizioni psichiche del detenuto avrebbero dovuto sorvegliarlo costantemente. Il ragazzo utilizzando una corda artigianale era riuscito a legarsela al collo ed a togliersei la vita. Per quanto riguarda i due medici che all’epoca dei fatti si trovavano in servizio in una Rems di Ceccano sono accusati di falso ideologico perché avrebbero omesso di disporre il ricovero del 24enne in una struttura extrapenitenziaria. L’udienza preliminare si terrà il prossimo 10  giugno.  Le due guardie carcerarie saranno difese dall’avvocato Cristhian Alviani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento