Cronaca

Giovane litiga con il padre e minaccia di gettarsi nel vuoto. Tragedia sfiorata al parcheggio multipiano

A dare l'allarme agli agenti di polizia una signora che abita di fronte alla struttura e che ha sentito il ragazzo mentre parlava dei suoi propositi suicidi

Litiga con il padre e minaccia di togliersi la vita gettandondosi dal parcheggio Multipiano di Frosinone, giovane salvato dai propositi suicidi dagli agenti della sezione Volanti. A dare l'allarme al centralino del 113 una donna che abita di fronte la struttura e che, per fortuna, ha sentito il ragazzo parlare concitatamente con il genitore.

La tragica morte di Daniele Arduini

L'intervento della polizia

Grazie alla telefonata della signora e al tempestivo intevento dei poliziotti il giovane è stato bloccato prima che potesse mettere in atto l'insano gesto.  Gli agenti hanno atteso l'arrivo dei genitori per riconsegnare il figlio nelle loro mani. Sembra che alla base della discussione ci fossero stati dei problemi legali al suo rendimento scolastico. Al momento si sa che il giovane abita nel capoluogo ciociaro e che sarebbe maggiorenne.

La struttura già teatro di morte 

La struttura del Multipiano è stata già teatro di morte. Il primo decesso avvenuto lo scorso maggio quando Daniele Arduini, un ragazzo di 19 anni di Torrice perse la vita mentre praticava il Parkour uno sport estremo molto in voga nelle nuove generazioni.  Sempre nello stesso mese e a pochi giorni di distanza Davide Bologna, un ragazzo di 25 anni che abitava nel capoluogo ciociaro, in preda ad una crisi depressiva si è tolto la vita gettandosi nello stesso punto dove era deceduto il 19enne di Torrice.

La seconda assurda morte a pochi giorni di distanza

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane litiga con il padre e minaccia di gettarsi nel vuoto. Tragedia sfiorata al parcheggio multipiano

FrosinoneToday è in caricamento