Morolo, il pranzo non è buono? Moglie costretta in ginocchio per ore sul pavimento della cucina

Si tratta solo di una delle tante punizioni subite da una casalinga da parte del marito. La donna ha chiesto aiuto ad un Centro Antiviolenza

Costretta a restare per ore in ginocchio sul pavimento della cucina o chiusa a chiave nello sgabuzzino delle scope. Queste alcune delle punizioni che infliggeva alla moglie, una casalinga di 50 anni, se aveva trasgredito a qualche ordine del marito o se aveva cucinato del cibo che non era di suo gradimento.

Il rinvio a giudizio

Per tale motivo l'uomo un operaio di 60 anni residente a Morolo e padre di una ragazzina di 12 anni è stato rinviato a giudizio per il reato di maltrattamenti in famiglia. La prima udienza si terrà il prossimo dicembre. Nel frattempo l'uomo è  stato colpito dal divieto di avvicinamento nei confronti della moglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'aiuto del centro antiviolenza

La donna subito dopo la denuncia si è  rivolta al centro antiviolenza di Frosinone "Spazio ascolto OSA". Il legale del centro Sonia Sirizzotti la rappresenterà nelle opportune sedi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

  • Coronavirus, tre carabinieri positivi: uno ha febbre e tosse, due sono asintomatici

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento