Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Rifiuti romani in provincia Frosinone, Dragonetti a Buschini: "qui si muore di cancro e voi giocate sulla nostra pelle".

Troppi i morti di cancro nella nostra provincia e soprattutto nel cassinate. "La sinistra zingarettiana predica bene ma razzola male"

"Federica, Giuseppe, Antonio, Monica, Mimma, Giampiero, Domenico e potrei andare avanti per ore nel farvi l'elenco delle giovani vite spezzate dal cancro in provincia di Frosinone. Uomini, donne, adolescenti strappati agli affetti più cari ed a volte con indicibili sofferenze. Perché il cancro in provincia di Frosinone distrugge, annienta, inferisce. E chi riesce a sopravvivere diventa una sorta di 'miracolato' che non può far altro che battersi affinché il prossimo non riviva la sua sofferenza. Davanti a tutto questo e tanto altro. Davanti ad un Registro dei Tumori attuato grazie e solo alla caparbietà di un giovane padre affetto dalla malattia, il consigliere coraggio Carmine Di Mambro, la Regione Lazio cosa fa? 

La nostra provincia deve aiutare Roma? 

L'assessore regionale all'Ambiente Mauro Buschini cosa decide? Che la nostra provincia deve 'aiutare' Roma. E quindi accogliere i rifiuti che in tutto questo tempo nessuno è riuscito a smaltire. E ancora una volta tutto ci è chiaro. Ci è chiara l'aumento della terza linea nel termo valorizzatore di San Vittore; ci è chiara la realizzazione di un centro di stoccaggio in via Cerro, denominato Fiotech; ci è chiaro il potenziamento delle vasche di accumulo all'interno della Mad di Roccasecca e ci sono chiari i progetti del neo eletto presidente della Saf, Lucio Migliorelli

Si predica bene e si razzola male 

La sinistra zingarettiana predica bene ma razzola male. Il governatore punta a potenziare la Sanità ma dimentica che se la nostra gente si ammala di cancro allora vuol dire che serve una Sanità vera, concreta, efficiente, preparata, celere e non obsoleta, farraginosa, sotto organico e troppo spesso scarsamente preparata. A Cassino con la discarica di Nocione ci sono famiglie intere che conoscono solo il reparto di oncologia dell'istituto 'Regina Elena' di Roma. 

A San Vittore la più alta percentuale di malati di cancro 

A San Vittore del Lazio, dove c'è la più alta percentuale di malati di cancro alle vie respiratorie ed all'apparato digerente, i pazienti vanno a curarsi al policlinico 'Gemelli'. Il polo oncologico che Zingaretti tanto vanta si trova a Sora, in una posizione scomoda (nell'ospedale 'Santissima Trinità') e raggiungibile solo in auto. Con la macchina i malati oncologici di Cassino, San Vittore, Pontecorvo, San Giorgio a Liri e tanti paesi del Cassinate, devono percorrere la Cassino-Sora, un altro esempio di fallimento piddiniano. È chiusa in due tratti perché impercorribile. 

Questa è la regione che non vorrei più 

“Cadono massi lungo la carreggiata e quando piove i tanti 'crateri' nell'asfalto si riempiono di acqua provocato incidenti senza fine. E incrociamo le dita quanto nevica o si creano lastre di ghiaccio. SI all'aumento di rifiuti per Zingaretti, Buschini, Fardelli, Bianchi, Costanzo, NO al potenziamento delle infrastrutture. Perchè la 'munnezza' fa business mentre la manutenzione delle strade fa spendere. E mentre tanti, tantissimi Federica, Giuseppe, Antonio, Monica, Mimma, muoio di cancro per l'alto tasso di inquinamento, chi lotta per la vita deve subire l'ulteriore beffa. Questa è la regione che non vorrei più”.- scrive Niki Dragonetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti romani in provincia Frosinone, Dragonetti a Buschini: "qui si muore di cancro e voi giocate sulla nostra pelle".

FrosinoneToday è in caricamento