Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Ripi, perseguita l'ex amante di 20 anni più giovane. Nei guai un 50enne del posto

L'uomo non si era rassegnato alla fine della loro relazione clandestina ed è arrivato a farla uscire di strada con la sua auto

Stalking nei confronti dell'ex amante. Questa l'accusa per la quale un operaio di 50 anni residente a Ripi, sposato e con figli è stato rinviato a giudizio. La donna, di venti anni più giovane dell'operaio, stanca di  quella sua gelosia ossessiva aveva deciso di lasciarlo. Una decisione che però aveva pagato molto cara.

Lo speronamento con l'auto

L’uomo infatti, aveva cominciato a perseguitarla, arrivando a minacciarla di morte. Una volta addirittura mentre si trovava in macchina le aveva tagliato la strada facendola finire in un fossato. Per non parlare delle volte che si appostava sotto la sua abitazione per aggredirla fisicamente non appena la vedeva uscire di casa.

I suggerimenti dei familiari

Per lungo tempo la donna, anche per paura che quella relazione coniugale finisse all’orecchio della moglie e dei suoi genitori, aveva sopportato ogni genere di sopruso. Ma in seguito erano stati gli stessi familiari, insospettiti dalle vistose ecchimosi sulle braccia a convincerla a far scattare la denuncia nei confronti del 50enne. Le indagini che sono seguite hanno portato l'uomo alla sbarra. L'imputato sarà difeso dall'avvocato Rosario Grieco del foro di Frosinone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripi, perseguita l'ex amante di 20 anni più giovane. Nei guai un 50enne del posto

FrosinoneToday è in caricamento