Strangolagalli, botte all'ex convivente che rivendica la sua liquidazione, commerciante finisce sotto processo

La donna che gestiva un piccolo supermercato insieme al compagno, una volta finita la relazione lo aveva buttato fuori dal negozio. Quando l'uomo gli ha chiesto di versargli quanto gli spettava lo ha preso a calci nello stomaco

Lavoro in nero al supermercato

Finita la relazione affettiva con il convivente, un uomo di sessanta anni di Strangolagalli, lei, una commerciante di 56 anni che gestiva insieme al compagno un piccolo supermercato, lo aveva buttato fuori  dal negozio. Ma quando l'ex ha cominciato a rivendicare la sua buoniuscita la donna per tutta risposta lo ha aggredito prendendolo a calci nello stomaco. 

Deve rispondere di minacce e percosse

Per tale motivo era scattata la denuncia. Proprio nei giorni scorsi il giudice per le udienze preliminari ha deciso di rinviare l'indagata a giudizio per il reato di percosse e minacce. La storia  risale allo scorso anno quando la donna a seguito di ripetuti litigi aveva deciso di interrompere quella relazione che era durata per molti anni. Ma quella decisione aveva fatto sprofondare il sessantenne nella più totale disperazione. Non solo era rimasto senza casa ma anche senza lavoro in quanto la commerciante non gli aveva più permesso di entrare nel negozio.

La richiesta della liquidazione

A sessant'anni l'uomo si era ritrovato con un pugno di mosche in mano. A quell'età nessuno gli avrebbe mai proposto un lavoro. Così si era recato dalla ex per chiedergli almeno di avere la sua liquidazione.  Vedendo che la donna non aveva  alcuna intenzione di mediare, il sessantenne si era rivolto ad un sindacato. Quando la commerciante  aveva  ricevuto la  missiva nella quale veniva invitata a regolarizzare la posizione del suo dipendente, era andata su tutte le furie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'aggressione

Era stato a quel punto che dopo averlo incontrato per strada prima lo aveva riempito di improperi e poi  gli aveva sferrato un calcio in pieno stomaco. Non appena il sessantenne era riuscito a riprendersi aveva fatto scattare la denuncia nei confronti della ex violenta. Il resto è cronaca. L’imputata sarà difesa dall’avvocato Luca Solli del foro di Frosinone.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

  • Cassino, il primario del Pronto Soccorso sbotta: "Datevi una regolata"

  • Coronavirus, 147 nuovi casi in provincia di Frosinone. Positivo anche un dipendente comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento