Cassino, tenta di aprire la cassaforte di un ristorante, arrestato a tempo di record

A finiri in manette è stato un pregiudicato di Aquino bloccato all'interno della 'Campagnola' dai militari del Norm

I carabinieri di Cassino

Insospettiti da un insolito trambusto provenienti dagli uffici chiusi del loro ristorante hanno chiamato i carabinieri. E a tempo di record i militari del Norm della Compagnia di Cassino hanno arrestato un ladro che stava tentando di forzare la cassaforte dell'albergo-ristorante 'Campagnola' di via Ausonia. 

La ricostruzione

Tutto è accaduto nella tarda serata di venerdi quanto i titolari del ristorante, una volta finita l'attività lavorativa, si sono ritirati nell'appartamento sovrastante la struttura ricettiva. Ad un certo momento, con il calar del silenzio, hanno iniziato a sentire dei rumori sospetti provenire dagli uffici, nel punto in cui c'è la cassaforte. Senza far rumore hanno quindi dato l'allarme al 112. In pochi minuti una pattuglia del Nucleo Aliquota Radiomobile è arrivata in via Ausonia ed ha trovato un uomo aquinate, con precedenti specifici, intento a 'lavorare' davanti al caveau ancora chiuso.

L'arresto e la convalida

Il cinquantaduenne non ha potuto far altro che arrendersi e gli uomini del comandante della Compagnia, il capitano Ivan Mastromanno e del luogotenente Gennaro Raucci lo hanno quindi ammanettato e condotto nella cella di sicurezza in attesa del processo per direttissima fissato nella mattinata di oggi. Nelle sue tasche trovati anche due grammi di cocaina e per questo è stato segnalato alla Prefettura. Il giudice ha convalidato il fermo dell'uomo e disposto il divieto di ritorno a Cassino in attesa dell'udienza. Il processo avrà inizio a dicembre.

La prevenzione nel fine settimana

Nel corso di una serie di controlli finalizzati alla tutela del cittadino i carabinieri hanno denunciato un 37enne del Cassinate per “guida in stato di ebbrezza alcolica, poiché sorpreso alla guida della propria autovettura in evidente stato di ebbrezza alcolica. Sottoposto ad accertamento etilometrico, lo stesso, risultava avere  un tasso alcolemico di 2,16 g/l, valore ben superiore. I militari provvedevano, contestualmente al ritiro della patente di guida.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento