Tragedia nel multipiano, cosa c'è dietro la morte del 19enne Daniele Arduini?

Forte è il sospetto che il giovane possa essere precipitato a causa di un gioco finito male. Gli investigatori stanno cercando di scoprire se al momento della disgrazia il ragazzo si trovasse in compagnia di qualcuno

La morte di Daniele Arduini scaturita da un gioco finito male? È quanto ipotizzano gli investigatori che si stanno occupando  del caso. Forte è il sospetto che il giovane  possa essere caduto accidentalmente, magari praticando il Parkour, quellla disciplina metropolitana assorbita dalla Francia che consiste nell’eseguire un percorso superando qualsiasi genere di ostacolo con la maggiore efficienza. Ovviamente si tratta ancora di ipotesi che debbono trovare riscontri certi

La testimone

Di certo c'è che ieri mattina intono alle 12.30 Daniele era ancora vivo. Una signora  di Torrice che conosceva molto bene il ragazzo ha riferito di averlo incontrato da solo proprio nei pressi del parcheggio Multipiano. Daniele si trovava in quel posto perché stava aspettando qualcuno? Magari qualche amico per poter dare vita a quel gioco che è poi finito in tragedia? Ancora non ci è dato sapere. I carabinieri del Ris stanno effettuando diversi esami proprio per accertare eventuali presenze all'interno della struttura.

L'autopsia

Ieri mattina comunque Daniele era stato visto davanti alla scuola. Ma nell'edificio scolastico non sarebbe mai entrato. La morte del giovane di 19 anni ha scosso profondamente l’intera collettività di Torrice. Il giovane studente viveva la sua vita come tanti coetanei. Figlio unico, era adorato dai suoi genitori. Gli amici che lo conoscevano bene hanno escluso che possa aver messo in atto un insano gesto. Nei prossimi giorni verrà effettuato l'esame autoptico. E già i risultati di questo esame potrebbe dare numerose risposte a questo caso che si è tinto di giallo.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

  • Intasca 10 mila euro che doveva versare al cliente, avvocato condannato

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento