Acuto, a casa con una bomba a mano pronta ad esplodere. Arrestati due giovani

Due giovani del posto sono stati fermati per un controllo e dopo essere stati sorpresi con della droga nella loro casa è spuntato un arsenale con una bomba, disinnescata dagli artificieri

Due ragazzi per niente tranquilli con tanto di bomba a mano ed altre armi in casa. Questo quanto scoperto dai carabinieri della stazione di Acuto che nella giornata di giovedì hanno arrestato un 37enne (censito per reati amministrativi e in materia di stupefacenti) ed un 21enne (gravato da un divieto di dimora in Roma per atti persecutori e per stupefacenti), entrambi residenti in provincia di Roma e domiciliati  in zona, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi da guerra e di munizioni nonchè materiale esplodente, in concorso.

Il controllo veicolare

I due, durante un controllo alla circolazione stradale, venivano sorpresi dai carabinieri a bordo dell’autovettura di proprietà del 21enne in possesso di grammi 3 di sostanza stupefacente del tipo Hashish, già suddivisa in dosi. La successiva perquisizione eseguita presso il domicilio dei due, permetteva di rinvenire il seguente materiale bellico e stupefacente: n. 1  bomba a mano del tipo mills, usata durante il 1° conflitto mondiale;  n. 2 baionette da guerra; n. 50 cartucce da caccia a pallini non denunciate all’Autorita’ di P.S.;  gr. 25 di hashish gia’ suddivisi  in dosi; gr. 4 di marjuana; due bilancini di precisione; vario materiale atto al taglio e confezionamento; - la somma contante di €uro 300,00 ritenuta provento di attività illecita.

L’intervento degli artificieri

Dopo la scoperta della bomba a mano, integra e munita di spoletta, sono intervenuti sul posto una Squadra Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale Carabinieri di Roma, richiesta per l’esigenza, che coadiuvata dai militari operanti e militari dell’Arma locale, hanno disinnescato l’ordigno. Lo stupefacente, unitamente al materiale, nonchè le baionette e l’autoveicolo venivano sottoposti a sequestro.
Gli arrestati, dopo le formalità di rito, venivano tradotti presso il proprio domicilio in regime degli arresti domiciliari su disposizione dell’A.G.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(foto di archivio)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento