Cronaca

Poliziotto aggredito nel carcere di Frosinone: due detenuti gli lanciano contro uno sportello

I fatti sono avvenuti pochi giorni fa: l'agente ha riportato ferite e una prognosi di 15 giorni

Ancora episodi di violenza nel carcere di Frosinone. Nel pomeriggio del 27 giugno due detenuti avrebbero insultato un poliziotto penitenziario e lo avrebbero aggredito con lo sportello che protegge l’idrante, inseguendolo con l'intento di cacciarlo via dal reparto. Uno dei due detenuti avrebbe poi lanciato lo sportello contro il poliziotto, colpendolo al braccio sinistro: l'agente si sarebbe riparato dietro una porta ma i due non si sarebbero fermati neppure allora. L'uomo è finito in ospedale con una prognosi di 15 giorni, attenuata solo grazie all'intervento dei colleghi.

Il Dirigente Nazionale del Sindacato SIPPE Michele Vergale ha sottolineato: "A procurare la tortura nelle carceri non sono gli agenti ma i detenuti che, quotidianamente, usano ogni strumento per aggredire gli operatori dello Stato. Dopo i noti fatti del periodo Covid, il sistema penitenziario, a quanto pare, sembra essere fallimentare. Oggi i fenomeni di aggressione e disordini sembrano in continuo aumento, quindi occorrono nuove regole, altrimenti il sistema finirà in ginocchio. Siamo stanchi di subire continue “torture” da parte dei detenuti nei confronti degli operatori penitenziari; il legislatore introduca nel nostro ordinamento norme severe a tutela degli operatori penitenziari e della sicurezza"

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotto aggredito nel carcere di Frosinone: due detenuti gli lanciano contro uno sportello
FrosinoneToday è in caricamento