Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Alatri

Alatri, centro storico bloccato con i lavori su via del Duomo

Commercianti preoccupati perchè i cantieri saranno aperti fino al periodo natalizio

Inizieranno tra pochi giorni i lavori per il rifacimento di via del Duomo ad Altri, dureranno fino a Natale e fino alle festività la strada rimarrà interdetta ai pedoni e al traffico automobilistico. Questi lavori in rete stanno creando non poche polemiche da parte soprattutto dei commercianti della Zona e di tutto il bellissimo centro storico. Sull’argomento interviene l’esponente del movimento civico Alatri in Comune Tarcisio Tarquini.

La questione della sicurezza  

“Ci sono, e a ragione, molte proteste, tutte condivisibili ma due sono quelle a cui ritengo l’amministrazione comunale, che ha programmato i lavori, debba rispondere con urgenza.  La prima riguarda la questione della sicurezza, via del Duomo infatti è l’unica via di accesso a un’intera zona del nostro centro, per cui la sua chiusura per un periodo non breve impedirà l’ingresso delle ambulanze e renderà difficili, se non impossibili, azioni di soccorso che dovessero essere (speriamo non succeda) necessarie.

Chi pensa alle attività commerciali?

La seconda riguarda le attività commerciali e di ristorazione ubicate lungo la strada, che dovranno registrare – è previsione fin troppo facile – un calo di clienti e perciò del fatturato delle loro attività che, come si sa, non attraversano, oggi più che mai, una fase positiva. Ne parlano tutti e anche noi abbiamo raccolto la voce che uno dei ristoranti più rinomati di Alatri, Bacco E Ciacco, situato in via Duomo, sarebbe in procinto di levare le ancore e cercare altri approdi, lontani dal centro storico, dove proseguire la sua apprezzata attività (ma sulla strada ci sono anche altre due pizzerie storiche che incontreranno analoghe difficoltà).

Si potevano trovare altre soluzione

E allora? Si poteva fare altrimenti? Intanto, l’amministrazione avrebbe dovuto consultarsi per tempo con gli abitanti e gli esercenti della zona per approfondire tutte le questioni ( a cominciare, ripetiamo da quella della sicurezza) e cercare insieme soluzioni plausibili per evitare un eccesso di disagio. In secondo luogo (ma in realtà sarebbe dovuta essere la prima preoccupazione), già in fase di progettazione dell’intervento si sarebbe dovuto cercare, d’intesa con la sovrintendenza, una tipologia di lavoro, una qualità di materiali, che rendessero possibile un fermo meno lungo: le lastre che si useranno necessitano di alcune settimane per il consolidamento della base su cui verranno posate e ciò dilata il tempo dell’opera, tre mesi sono davvero troppi per poche decine di metri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alatri, centro storico bloccato con i lavori su via del Duomo

FrosinoneToday è in caricamento