Alatri, lavoratori in nero in un’azienda olearia. Multa per oltre 13 mila euro ai proprietari

Controlli a tappeto dei carabinieri e degli uomini del NAS di Latina in tutta la zona

Inizia il periodo delle raccolta delle olive e si rimettono in moto i frantoi e con la loro riaccensione riprendono i controlli delle forze dell’ordine in questo settore agroalimentare.

I controlli insieme ai NAS di Latina

Nelle ultime ore i carabinieri di Alatri insieme a personale del NAS di Latina, del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Frosinone, nonchè della Stazione Carabinieri Forestale di Frosinone  hanno messo “sotto torchio” un’azienda olearia della zona riscontrando, a seguito del controllo, l’impiego di lavoratori privi di regolare contratto di lavoro, tra i quali un extracomunitario sprovvisto di permesso di soggiorno, nonchè una serie di violazioni di natura amministrativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre 13 mila euro di multa

In virtu’ di ciò il titolare dell’azienda, veniva deferito alla competente A.G. e sanzionato con una multa di euro 13.500,00. A carico dell’azienda è stato altresì adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Coronavirus, bollettino 27 giugno: il Covid si riaffaccia in Ciociaria

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento