Alatri, in manette la "banda della Clio"

I due sono stati bloccati ed arrestati questa mattina mentre stavano per sfondare la porta di un bar con un piccone

La caccia alla banda della Clio si è conclusa con due arresti. Alle prime ore del mattino di oggi i carabinieri hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due giovani alatrensi, si tratta di G.M., un ventisettenne, e di A.I., un trentaquattrenne (entrambi  già conosciuti alle forze dell'ordine) sorpresi a scassinare, con un piccone, la porta d’ingresso del bar sito all’interno del campo sportivo di Alatri, ove erano giunti proprio a bordo di una Clio

Inchiodati dalle telecamere

Già da tempo, a causa dei numerosi colpi messi a segno negli ultimi giorni ai danni di scuole, lavanderie automatiche ed esercizi commerciali, i carabinieri della compagnia di Alatri, anche  in borghese, avevano avviato le opportune indagini per scovare gli autori di quegli atti delinquenziali. E proprio questa mattina i militari impiegati hanno notato i due giovani che sono stati riconosciuti da elementi inconfutabili, quali tratti somatici, aspetto fisico e abbigliamento (ad inchiodare i due le telecamere che li avevano ripresi in azione). I malviventi che non sapevano di essere seguiti sono stati bloccati proprio mentre stavano per sfondare la porta di un bar. 

Avevano agito ad Alatri, Veroli e Ferentino

Le successive attività investigative hanno  permesso di accertare che la coppia, fermata nella mattinata di oggi che possedeva una Renault Clio di colore grigio, è la stessa dei diversi furti “seriali” perpetrati sia nel territorio del capoluogo che nei comuni di Alatri, Veroli e Ferentino. Le successive perquisizioni domiciliari eseguite dagli operanti hanno consentito  anche di rinvenire,  presso le loro abitazioni gli abiti usati nel corso dei furti notturni da loro perpetrati. 

Al momento sono agli arresti domiciliari

Gli arrestati che debbono rispondere di tentato furto aggravato in concorso e di diversi furti nel territorio, in attesa della convalida, hanno potuto beneficiare dei domiciliari. Nel corso dell'operazione sono stati sequestrati il piccone, gli abiti utilizzati per il travisamento nonché  l’autovettura utilizzata permettere a segno i colpi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento