Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Alatri, muore in ospedale per un'emorragia. Indagate 8 persone per omicidio colposo

Il 58enne Roberto Assolti morì nell'autunno del 2016 dopo essere stato ricoverato un paio di volte al San Benedetto. I familiari hanno fatto effettuare un'autopsia dopo il decesso ed ora si aprirà la fase processuale

Muore in ospedale a causa di un'emorragia interna, non diagnosticata. Otto medici iscritti sul registro degli indagati per l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Il presunto caso di malasanità, molto simile a quello della giovane di Paliano Ilaria Humber avvenuto a Colleferro qualche anno fa, si sarebbe consumato  presso l'ospedale "San Benedetto" di Alatri nell'autunno dello scorso anno.

La perdità di peso

Il deceduto, Roberto Assolti di 58 anni che si trovava ricoverato in una casa di cura, aveva cominciato a perdere peso. Nel giro di poco tempo l'uomo aveva perso più di venti chili. I familiari preoccupati per la sua salute, avevano chiesto alla  direzione della struttura psichiatrica  di far ricoverare l'uomo presso l'ospedale di Alatri per sottoporlo a tutti gli accertamenti del caso.

La degenza ospedaliera

Una richiesta  che era stata accolta.Il paziente era stato ricoverato presso il "San Benedetto".  Una degenza durata dieci giorni. I medici che lo tenevano in cura, tranne una seria anemia che era stata tempestivamente curata, non avevano rilevato nulla di grave.  Il quel periodo Roberto Assolti, grazie ad una alimentazione mirata era riuscito pure e riprendere qualche chilo così era stato dimesso e riaccompagnato nella casa di cura.

Il come e la morte

Ma da lì a qualche giorno la situazione era precipitata nuovamente.  L'uomo aveva difficoltà a deambulare ed a respirare. Così era stato  ricoverato di nuovo in ospedale, dopo tre giorni di degenza era entrato in coma soporoso ed era deceduto. I familiari, sconvolti da quella morte, non avevano voluto rassegnarsi. A loro dire qualcosa in quel reparto non aveva funzionato come dovuto.

La ricerca della verità e l'emorragia interna

Così subito dopo i funerali si erano presentati  nello studio dell’avvocato Enrico Pavia per essere rappresentati nelle opportune sedi. Il legale aveva presentato una denuncia alla procura chiedendo la riesumazione della salma per poter effettuare l'esame autoptico. E proprio da questo esame era venuto fuori che l’uomo era deceduto a causa di un'emorragia interna scaturita da una ulcera gastrica perforante.

8 medici indagati

Una patologia che avrebbe potuto essere curata se soltanto il personale sanitario avesse effettuato esami più approfonditi. A seguito di tali fatti otto medici sono finiti sul registro degli indagati. Nei giorni scorsi si  sono concluse le indagini preliminari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alatri, muore in ospedale per un'emorragia. Indagate 8 persone per omicidio colposo

FrosinoneToday è in caricamento