Cronaca

Omicidio Morganti, l'11 giugno sarà il giorno della verità

I giudici della Corte di Cassazione si pronunceranno, infatti, sull'eventuale trasferimento del processo a carico dei quattro imputati

Per l'omicidio di Emanuele Morganti l'11  giugno prossimo sarà il giorno della verità. I giudici della Corte di Cassazione si pronunceranno, infatti, sull'eventuale trasferimento del processo a carico dei quattro imputati accusati di aver massacrato di botte il povero ragazzo fino a decretarne la morte

L'attesa dei familiari

I familiari del giovane morto quando aveva soltanto venti anni, stanno vivendo momenti di grande apprensione.  Loro vogliono che il processo venga celebrato nella terra dove Emanuele era nato e dove vivono i suoi più grandi affetti.  Melissa, la sorella del ragazzo ucciso dal branco, ha sempre sostenuto che questa richiesta da parte dei legali degli imputati sia stata scaturita dal fatto di spegnere i riflettori su questa vicenda che ha avuto un forte clamore mediatico. Ma a detta della ragazza questo non basterà far stare in silenzio lei ed i suoi  familiari che dal 24 marzo scorso, giorno della tragedia, stanno attendendo che venga fatta giustizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Morganti, l'11 giugno sarà il giorno della verità

FrosinoneToday è in caricamento