Alatri, picchiano a sangue un imprenditore ed il figlio, denunciati in tre

L'aggressione scaturita da un diverbio per futili motivi ha provocato alla due vittime lesioni che oscillano tra i 15 ed i 30 giorni di prognosi. L'indagine dei Carabinieri ha consentito di ricostruire i fatti

Denunciati dai Carabinieri per “lesioni personali” dopo aver picchiato e mandato in ospedale un imprenditore di Alatri e suo figlio. A finire nei guai sono stati un 44enne (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio), un 35enne (già censito per  reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti) ed un 18enne, tutti residenti in paese ed appartenenti allo stesso nucleo familiare. A seguito di discussione avvenuta per futili motivi riconducibili verosimilmente a questioni economiche, colpivano con calci e pugni un 58enne e suo figlio 26enne. I malcapitati soccorsi dal personale del 118 sono stati trasportati presso l'ospedale 'San Benedetto' dove i medici hanno diagnosticato lesioni che guarirano in 15 e 30 giorni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ladri di carburante


A Veroli, invece i militari della stazione in stretta collaborazione con i colleghi di Fontana Liri, hanno denunciato per “furto”, un 40enne ed una 35enne, entrambi di Fontana Liri. L’attività di indagine è stata intrapresa dai Carabinieri a seguito della denuncia presentata lo scorso 17 luglio dal dipendente di una stazione di servizio di Castelmassimo, circa un ammanco di denaro sulla scheda carburanti in suo possesso, dimenticata all’interno della colonnina del distributore automatico. Dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza presenti nell’area di servizio, i militari operanti sono riusciti ad identificare e denunciare i prevenuti i quali in possesso della scheda carburanti avevano effettuato dei rifornimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento