Cronaca

Minorenne finisce nuda sul web: operaio sotto processo per Revenge Porn. È la prima volta in Ciociaria

Il 26enne di Alatri era stato arrestato per la pubblicazione online di foto e video di una 13enne. Niente patteggiamento: sarebbe in possesso di altre immagini compromettenti. Al via dal 10 marzo il primo procedimento del genere in provincia di Frosinone

Sarà il primo processo per Revenge Porn della provincia di Frosinone. Nella prima udienza del prossimo 10 marzo un operaio 26enne di Alatri sarà giudicato in Tribunale per il reato di pornovendetta. Era stato arrestato in quanto accusato di aver pubblicato online foto e video di una minorenne nuda, una 13enne con la quale aveva intrecciato una presunta relazione amorosa. Salvo poi divulgare sul web le immagini intime inviate dalla stessa dopo i primi incontri e contatti fisici. 

L’avvocato del 26enne, Patrizio Cittadini, aveva richiesto il patteggiamento a una pena di 22 mesi. Il giudice del Tribunale del Capoluogo, però, l’ha respinta. L’operaio, infatti, sarebbe in possesso di altri contenuti a sfondo erotico altrettanto utilizzabili con lo stesso fine. Ad assistere la minorenne, invece, è il legale Roberto Filardi. A suo favore, per la prima volta in Ciociaria, la legge n. 69 del 19 luglio 2019, introdotta a seguito delle note vicende legate al suicidio di Tiziana Cantone. Una normativa che all’articolo 10 prevede, per l’appunto, il reato di diffusione illecita di immagini o di video sessualmente espliciti. Dalla Regione Lazio, in materia, la legge regionale n. 3 del 17 giugno 2020: “Interventi di prevenzione e sostegno in materia di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti”).  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenne finisce nuda sul web: operaio sotto processo per Revenge Porn. È la prima volta in Ciociaria

FrosinoneToday è in caricamento