Le rubano l'identità e finisce su un sito d'incontri erotici: il "ladro" scoperto dalla Polizia Postale

Vittima della vicenda una 48enne la cui vita nel giro di poco tempo si è trasformata in un vero e proprio incubo. A tradire la fiducia della donna un amico di famiglia

Le rubano l'identità e si ritrova il suo profilo in un sito di incontri erotici. Protagonista della vicenda una donna di 48 anni residente ad Alatri.  Quella scoperta era stata fatta per caso, quando uno sconosciuto chiamandola al telefono le aveva fatto richieste a sfondo sessuale. La donna era rimasta inorridita da quelle avances. Ma l’uomo l’aveva informata che in quel sito di incontri era presente il suo profilo avente come nickname "parlamidite 522" dove erano stati registrati i suoi dati personali. A quella telefonata se ne erano aggiunte delle altre, tutte dello stesso tenore.

Telefone e mail compromottenti

In un'altra occasione addirittura qualcuno trattandola da una poco di buono l'aveva accusata di aver inviato delle mail che avrebbero potuto compromettere la sua tranquillità familiare. A quel punto la donna si era rivolta alla polizia Postale per cancellare quel falso profilo ed identificare il ladro di identità. Intanto a livello di rapporto coniugale c’erano state delle conseguenze negative. Il coniuge che aveva assistito ad una di quelle telefonate si era separato dalla moglie.

La sua era diventata una non vita

Tutto questo aveva generato nella donna uno stato di prostrazione tale da impedirle persino di lavorare, uscire per la strada o avere contatti con la gente la facevano sentire a disagio. La 48enne viveva con la paura che qualcuno vedendo quel falso profilo potesse pensare di lei che era una donna di facili costumi. 

Polizia Postale in azione

Fortunatamente la polizia Postale è riuscita a mettere fine al suo calvario identificato il ladro di identità. Si trattava di un ragazzo amico di famiglia del quale la donna si era sempre fidata. Una fiducia sicuramente mal riposta. L'uomo che ha patteggiato, è stato condannato a cinque mesi  e dieci giorni di pena. Ma la questione non è finita. La donna infatti,  rappresentata dall’avvocato Francesco Galella ha chiesto un risarcimento danni che si aggira intorno ai cinquantamila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento