Cronaca

Allarme maltempo, il Prefetto ordina la chiusura delle scuole nella Capitale ed in tutta la Provincia di Roma. Pronti 1200 volontari

Domani 6 Novembre nella capitale e provincia sarà allerta maltempo, così il Prefetto di Roma dato gli eventuali problemi di mobilità oltre che per il rischio stesso ha decretato, con apposita ordinanza, la chiusura delle scuole a Roma ed in tutti...

Domani 6 Novembre nella capitale e provincia sarà allerta maltempo, così il Prefetto di Roma dato gli eventuali problemi di mobilità oltre che per il rischio stesso ha decretato, con apposita ordinanza, la chiusura delle scuole a Roma ed in tutti i comuni della Provincia. Lo ha deciso la Prefettura al termine del vertice con Enti locali e protezione civile.

Di fondamentale importantanza per la giornata di domani è: non andare nei garage, in seminterrati, non riporre autovetture nei garage da stasera stessa. Così Regione Lazio decreta il mandato nelle scuole ed ha attivato circa 300 organizzazioni di volontariato con 1.200 uomini in campo in vista dell'allerta 'bollino meteo in rosso' su tutto il territorio. Già attivo il Sistema Regionale Integrato di Protezione Civile e la Sala Operativa Unificata Permanente in funzione H24 che vede la presenza oltre che dei volontari della Regione Lazio anche di referenti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato e dell'Ares 118. Quindi gioved' 6 le scuole della Capitale e dei comuni ad essa legati come quelli della zona dei Castelli Romani: San Cesareo, Monteporzio Catone, Colle Mattia, Zagarolo, Colonna, Labico, Valmontone, Colleferro, Carpineto, Montelanico, Segni, Olevano, Subiaco, Bellegra, Genazzano, Cave, Palestrina sono state preventivamente chiuse per la pioggia prevista oltre che per il pericolo in sè su strada. Intanto sui 'social network' spopola la 'news' con tanto di felicitazione da parte degli alunni di Roma capitale e provincia.

MALTEMPO; REGIONE LAZIO, CIRCA 300 ORGANIZZAZIONI E OLTRE 1.200 VOLONTARI PER EMERGENZA

La Regione Lazio ha attivato il Sistema Regionale Integrato di Protezione Civile e sta monitorando il territorio per far fronte all'emergenza maltempo in atto. ?E' già stata attivata la Sala Operativa Unificata Permanente in funzione H24 che vede la presenza oltre che dei volontari della Regione Lazio anche di referenti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato e dell'Ares 118. La Sala Operativa di Protezione civile regionale ha allertato i sindaci di tutti i comuni del territorio regionale per predisporre tutte le iniziative utili ad affrontare l'emergenza maltempo delle prossime ore. Inoltre sono state attivate le strutture dell'Ardis compresi i presidi idraulici costituiti per garantire l'officiosità sotto i ponti.

Sono circa 300 le organizzazioni di volontariato che sono state attivate sul territorio regionale per un totale di oltre 1.200 volontari pronti a svolgere attività di presidio e monitoraggio e di supporto e assistenza alla popolazione. In caso di necessità i volontari sono attrezzati per affrontare l'emergenza con mezzi di movimento di terra, idrovore, motopompe, pick -up e autobotti.

Su Roma e provincia sono circa 160 le organizzazioni di volontariato e circa 640 le donne e gli uomini operativi nella Capitale e nelle aree limitrofe.

A Frosinone sono circa 50 le organizzazioni e circa 200 i volontari intenti a vigilare sull'emergenza generata dal maltempo in queste ore.

A Latina in tutto sono 35 le organizzazioni chiamate a raccolta che possono contare su circa 140 volontari.

A Rieti 15 le organizzazioni per circa 160 volontari.

A Viterbo 15 le associazioni pronte ad operare sul territorio del Comune laziale e circa 60 i volontari a disposizione.

Sul portale della Regione Lazio (www.regione.lazio.it) è consultabile il codice di comportamento per i cittadini per affrontare l'allerta meteo.

Clarissa Guerrieri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme maltempo, il Prefetto ordina la chiusura delle scuole nella Capitale ed in tutta la Provincia di Roma. Pronti 1200 volontari

FrosinoneToday è in caricamento