rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
L'analisi / Cassino

La vittoria bulgara di Enzo Salera, la rivincita di Barbara Di Rollo e la sconfitta di Luigi Maccaro

A Cassino, il sindaco uscente, ha incassato oltre 10mila preferenze. In opposizione Sebastianelli, Evangelista, Incagnoli, Buongiovanni, Chiusaroli, Di Mambro, Golini Petrarcone, Nuory e Ranaldi,

Ha portato avanti una campagna elettorale sobria, lontana dalle polemiche: nessun post social al vetriolo e nessuna offesa gratuita all'avversario. La calma e l'eleganza Istituzionale di Barbara Di Rollo, presidente uscente del Consiglio Comunale di Cassino, è stata premiata. Quasi mille cittadini hanno rinnovato la fiducia alla manager che per cinque anni ha portato avanti il suo delicato compito tra attacchi frontali, clamorosi sgambetti interni e tribolazioni mediatiche. Un momento difficile da quale però è uscita rafforzata e vincente.

Lo straordinario consenso raccolto dalla Di Rollo ha contribuito a consegnare al sindaco di Cassino, l'uscente Enzo Salera, una vittoria bulgara, con oltre il 62% di preferenze. Dati ufficiosi che verranno convalidati nel pomeriggio dalla commissione elettorale. Tornando all'analisi della competizione si deve registrare il clamoroso flop dell'assessore ai Servizi Sociali uscente, Luigi Maccaro che ha raccolto 181 preferenze. La lista Demos, da lui capeggiata, ha visto eleggere il candidato Luca Fardelli con oltre 491 preferenze. Fardelli per cinque anni è stato nelle fila dell'opposizione.

Successo di preferenze anche per l'assessore alla manutenzione Pierluigi Pontone che ha ottenuto 523 voti con la lista Partecipiamo Cassino. Cinque i seggi scattati per la lista ‘Salera sindaco’ che ottiene 3.696 voti di lista, quattro a ‘Partecipiamo Cassino’ con 3.130 voti e quattro al Pd con 2.943 voti. Un seggio anche per ‘Orizzonte Comune’ con 1.390 voti. Quindi la nuova maggioranza del Salera bis dovrebbe essere così composta: Edilio Terranova, Maria Concetta Tamburrini, Gabriella Vacca, Rosario Iemma e Riccardo Consales per la lista ‘Salera sindaco’; Pierluigi Pontone, Jole Falese, Andrea Vizzaccaro e Andrea Varone per la lista ‘Partecipiamo Cassino’; Barbara Di Rollo, Ornella Rodi, Gino Ranaldi e Sarah Grieco per la lista del Pd; Maria Rita Petrillo per la lista ‘Orizzonte Comune’ e Luca Fardelli per Demos.

Alla minoranza spetteranno 9 seggi: 6  per Arturo Buongiovanni e 3 per Giuseppe Sebastianelli. Fuori dai giochi le candidate a sindaco Paola Polidoro e Maria Palumbo. Nei banchi dell’opposizione quindi: Silvestro Petrarcone e Nora Noury per Fdi; Riccardo Chiusaroli (FI), Alessio Ranaldi (Lega), Carmine Di Mambro ‘Cassino al centro’.

Uno discorso a parte merita la coalizione capeggiata da Giuseppe Sebastianelli che ha raccolto come preferenze personali oltre 2700 consensi. Il commercialista, ex assessore, ha dato voce e spazio a liste civiche alternative che hanno stilato un programma innovativo e integrante: dalla tutela degli animali, all'abbattimento delle barriere architettoniche, al rilancio dei quartieri periferici. Un programma 'da sogno' che ha incuriosito gli elettori fino al punto di premiare il candidato con centinaia di preferenze. A prendere il maggior numero di voti, oltre che il candidato sindaco Giuseppe Sebastianelli anche Franco Evangelista per la lista ‘Cassino protagonista’ con quasi 464 voti e Arduino Incagnoli per Azione con 253 voti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vittoria bulgara di Enzo Salera, la rivincita di Barbara Di Rollo e la sconfitta di Luigi Maccaro

FrosinoneToday è in caricamento