menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Entra in bar e crea il panico, il proprietario spara in aria: arrestati in due dai carabinieri

Scene da far west nelle ore scorse in un locale pubblico si via Anticolana in territorio di Anagni. Necessario l’intervento dei carabinieri che a casa dell'uomo hanno trovato anche un'ascia

Nonostante le denunce ha continuato ad infastidire la sua ex compagna e nelle ore scorse ha generato il panico in un bar sul via Anticolana nel comune di Anagni (Frosinone). Stiamo parlando di un 34 enne, di origine rumene e come detto già denunciato per stalking, che nelle ore scorse si è recato nell’esercizio pubblico iniziando a strillare come un pazzo contro l’ex fidanzata, una 28 enne sempre di origini rumene.

Dopo la scenata e le minacce l’uomo mentre andava via ha scagliato con forza il proprio telefono cellulare su una vetrata mandandola in frantumi, a questo punto, il proprietario del bar, un albanese classe 1992, dopo aver estratto una pistola a tamburo smith & wesson cal. 357 magnum illegalmente detenuta, ha esploso due colpi in aria e comunque all'indirizzo del rumeno che si è dunque allontanato.

Per fortuna non è rimasto ferito nessuno, sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale compagnia che hanno fermato i protagonisti di questa assurda vicenda e li hanno portati in caserma. La pistola è stata recuperata.

Aggiornamento alle 20 del 6 luglio

La pistola utilizzata dal 27enne, posta sotto sequestro unitamente a nr. 3 cartucce stesso calibro, a seguito dei previsti accertamenti è risultata illegalmente detenuta oltre che oggetto di furto denunciato in data 21.12.2012 presso il Comando Stazione Carabinieri di Zagarolo mentre la successiva perquisizione eseguita presso l’abitazione del 27enne proprietario del Bar, ha consentiva ai militari di rinvenire anche due cartucce da caccia calibro 12, una pistola ad aria compressa priva tappo rosso, nonché un’ascia”, il tutto è stato posto sotto sequestro.

Espletate le formalità di rito, i due arrestati sono stati tradotti ed associati presso la Casa Circondariale di Frosinone, a disposizione della competente A.G.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento