Occhio alle truffe on-line. Nelle “rete” dei malfattori due cittadini del nord Ciociaria

Un signore aveva comprato un paio di cuffie, mentre un altro di Fiuggi un carrello che non è mai arrivato

Sono sempre più i cittadini ciociari che vengono truffati on-line. Non passa giorno senza che arrivi qualche notizia di qualche acquisto in rete andato male e di soldi scomparsi nel nulla. Nel giro di poche ore due persone del nord Ciociaria sono state oggetto di truffa e si sono dovute rincorrere alla denuncia dai carabinieri.

La prima truffa a Fiuggi

Nelle ore scorse, infatti, i Carabinieri della Stazione della famosa città termale, al termine di una serie di attività intraprese a seguito della denuncia sporta da un 55enne del posto, hanno deferito in stato di libertà per truffa una 62enne, residente a Bergamo, già censita per analogo reato e per furto.

Le cuffie mai arrivate

La donna era riuscita con artifizi e raggiri, a farsi inviare la somma di 125 euro, tramite un vaglia postale a lei intestato, quale corrispettivo di un acquisto online di un paio di cuffie mai consegnate al denunciante.

Il carrello che si è “perso” in rete

Nella mattinata di oggi, invece, ad Anagni i loro colleghi della locale stazione, sempre a seguito di denuncia presentata da un cittadino del luogo, hanno deferito in stato di libertà un 72enne ed un 68enne, entrambi residenti a Vittoria (RG), responsabili di “truffa in concorso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento